CATRICALA’: “CONCORRENZA OK, MA NON VICINO A CASA MIA”

5 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 5 giu – ”In Italia la concorrenza è vista come un bene che porta benefici alla collettività, come un termovalorizzatore, o un rigassificatore: è indubbio che si debbano costruire, ma non vicino a casa mia”. Così il presidente dell’Antitrust, Antonio Catricalà, in uno stralcio di intervista in onda domani su RaiUtile. ”Occorre una diversa cultura – prosegue il presidente dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato – perché il nostro Paese non è ancora maturo per una cultura della concorrenza, e non basta un assetto normativo per cambiare la realtà”.