Caso “macchinista solo”, AD Trenitalia indagato

14 Ottobre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – L’amministratore delegato di Trenitalia, Vincenzo Soprano, risulta indagato dalla Procura di Roma nell’ambito dell’inchiesta sul cosiddetto ‘agente o macchinista solo’.

La contestazione contenuta nell’invito a comparire notificato al manager riguarda la presunta violazione di una serie di norme connesse alla sicurezza sul lavoro. E l’atto istruttorio – secondo quanto si è appreso – sarebbe stato fissato per questa settimana.

Il responsabile dell’indagine, avviata a Genova e poi trasmessa nella Capitale, il pubblico ministero Pietro Pollidori, ha delegato agli accertamenti la sezione del Lazio degli ispettori del ministero del lavoro. Le verifiche disposte dal magistrato, d’intesa con il procuratore aggiunto Roberto Cucchiari, riguarderebbero anche alcuni episodi di incidenti o guasti segnalati in alcune denunce arrivate all’attenzione degli inquirenti.

Allo stato – si sottolinea comunque a piazzale Clodio – la contestazione che riguarda Soprano ed anche altri funzionari dell’azienda è ‘di pericolo’. All’esame dei pm c’è intanto una prima relazione dagli esperti dell’azienda Asl A di Roma in merito alla sicurezza sul lavoro oltre a quanto esposto dal sindacato di categoria Orsa.

La posizione di un dirigente, responsabile sicurezza di Trenitalia, finirà quasi certamente in archivio. Il suo interrogatorio, effettuato nelle scorse settimane, ha comunque chiarito alcuni passaggi a chi indaga. (TMNEWS)