Casa in affitto è più conveniente anche in città

17 Settembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Calano le vendite degli immobili, sempre meno compratori trovano l’offerta giusta per loro, ottenere un mutuo è quasi impossibile. Cosa rimane agli italiani che cercano casa? Trovare case in affitto che oggi, proprio a causa della crisi immobiliare, hanno dei prezzi più che vantaggiosi.

Secondo uno studio effettuato dal portale Solo Affitti infatti gli affitti sono scesi, anche nelle grandi città, in media dell’1,6%. Ci sono solo due eccezioni, Milano (+3%) e Napoli (+7%). Buone notizie quindi per chi si apprestava, non troppo convinto, a recarsi in banca per la richiesta di un mutuo per la prima casa , forse con questi prezzi non è ancora il momento. È meglio rimanere un po’ in affitto in attesa che i prezzi di vendita tornino più competitivi.

Un affitto medio, stando alle cifre di Solo Affitti, costa 606 euro mensili per un bi-tri locale, per poi salire a 675 euro per un appartamento ammobiliato e 686 euro per quelli con garage annesso. La città italiana più conveniente in assoluto è Torino con una media di 467 euro al mese per un appartamento, seguita da Genova con 474 euro al mese e Bologna con 486 euro.

Le città più care invece sono Milano, con un affitto medio che si attesta su 890 euro mensili, seguita da Roma con 863 euro, e Firenze con 626 euro. La presenza maggiore di case in affitto è determinata anche dalle facilitazioni economiche che oggi lo Stato fornisce ai proprietari, come la cedolare secca o i contratti a canone concordato che hanno un’aliquota che è scesa al 15%, tra le più basse d’Europa.

Il contenuto di questo articolo, pubblicato da Super Money – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

Copyright © Super Money. All rights reserved