Casa con posto barca, il perfetto investimento redditizio

2 Settembre 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – L’ultima tendenza in campo immobiliare sempre più diffusa tra gli italiani? Acquistare un’abitazione con posto barca. E’ quanto emerge da un’indagine condotta dal Centro Studi di Casa.it sugli sviluppi e sulle strutture dei porti e delle marine in Italia, che mette in evidenza come prezzi medi delle abitazioni vicine alle marine più recenti siano comprese tra i 2.000 euro al metro quadrato di Porto Lotti (SP) fino ai 10.000 euro di Marina di Portisco (OT).

A quanto pare se negli anni passati si era rilevata una tendenza delle imbarcazioni a migrare in ormeggi lontani dalle coste, “oggi grazie alle numerose strategie di marketing messe in atto e a un ripensamento delle strutture portuali turistiche si torna a guardare con interesse alle marina integrate e le località portuali guadagnano appeal” si legge in un comunicato stampa.

E per attirare nuovi acquirenti i porti turistici si sono rifatti il look ispirandosi a villaggi turistici e ampliando l’offerta con resort, Spa, spiagge con servizi, ristoranti, poli commerciali e aree fitness.

“In Italia i “marina” attrezzati hanno iniziato a svilupparsi nell’arco dell’ultimo decennio e, nonostante la crisi negli ultimi anni si sia abbattuta con forza sul settore della nautica da diporto, oggi sono oltre una decina i porti turistici oggetto di nuova costruzione o di importanti interventi di riqualificazione, che andranno a incrementare l’offerta di ormeggi portandola a quasi 6.000 unità” spiega la ricerca aggiungendo che “nel 2013, quando la recessione era in pieno atto, in Italia sono stati inaugurati 5 nuovi porti turistici, caratterizzati da un’elevata qualità dei servizi e realizzati in un’ottica green nel pieno rispetto dell’ambiente. Sempre più spesso, inoltre, l’idea imprenditoriale punta all’integrazione del marina con la città e la costa circostante, valorizzandone il patrimonio di eventi e tradizioni locali. Il porto turistico stimola, così, anche il mercato immobiliare residenziale delle aree urbane circostanti”.