Carburanti, le proposte di Federconsumatori per ridurre prezzi

20 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – È prevista per domani la convocazione del Tavolo permanente di confronto sul mercato petrolifero presso il Ministero dello Sviluppo Economico. “Quella dei carburanti è divenuta una questione insopportabile per gli automobilisti che, a causa degli aumenti ingiustificati, subiscono ricadute di ben 254 Euro annui” – dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, Presidenti di Federconsumatori ed Adusbef. Pertanto Rosario Trefiletti, che, per conto di Federconsumatori, come consueto, prenderà parte a tale confronto, intende ribadire le proposte per una riduzione dei prezzi dei carburanti e per l’eliminazione delle speculazioni in tale settore: – Costituire presso l’Antitrust o presso Ministero dello Sviluppo Economico una Commissione per la rilevazione della doppia velocità di adeguamento prezzi carburanti; – Eliminare definitivamente gli ostacoli ad una piena liberalizzazione della rete di distribuzione carburanti, facilitando sia l’apertura presso la grande distribuzione, sia l’autorizzazione della vendita non-oil presso gli attuali esercizi; – Superamento del divario, divenuto strutturale, tra il prezzo industriale dei carburanti nel nostro Paese rispetto a quelli degli altri Paesi della Comunità; – Eliminazione della cifra dei millesimi poiché dannosa e fuorviante ai fini di una reale comparazione tra i prezzi applicati delle diverse compagnie e dai diversi distributori. – Rendere effettivamente operativa la cosiddetta “accisa mobile” che controbilanci l’automatico aumento dell’IVA (che è tassa in percentuale) qualora le variazioni del petrolio raggiungano livelli predeterminati, agendo così come strumento di calmieramento del prezzo dei carburanti.