Campari vende la storica Villa Les Cèdres in Costa Azzurra

1 Agosto 2019, di Alessandra Caparello

Il gruppo Campari vende per 200 milioni di euro la storica  Villa Les Cèdres a Saint-Jean-Cap-Ferrat in Costa Azzurra. La dimora, si legge nella nota,  rappresenta una proprietà esclusiva di 188 anni, costituita da un’abitazione di 18.000 metri quadrati e una proprietà terriera di circa 14 ettari, un’eccezionale combinazione di storia, lusso ed eccellente posizione lungo la costa di Saint-Jean-CapFerrat nel sud della Francia. Costruita nel 1830, la Villa appartenne anche al Re del Belgio Leopold II e fu acquisita successivamente dalla famiglia Marnier-Lapostolle nel 1924.

Per quasi 100 anni la famiglia ha costruito e curato uno dei più prestigiosi giardini botanici del mondo. La proprietà è passata a Campari Group attraverso l’offerta pubblica amichevole di acquisto della Société des Produits Marnier-Lapostolle nel 2016. La proprietà immobiliare fu successivamente messa in vendita in quanto non strategica per il principale business degli spirits del Gruppo.

Per curare gli aspetti della vendita è stato creato un apposito comitato direttivo responsabile di condurre tutte le necessarie operazioni per la cessione della Villa. Il comitato direttivo, che include alcuni membri della famiglia Marnier-Lapostolle tra i venditori della Société des Produits Marnier-Lapostolle e un rappresentante di Davide Campari-Milano, ha la missione di condurre tutte le operazioni necessarie alla vendita della Villa, con l’obiettivo di cederla al prezzo più alto e nel minor tempo possibile (e in ogni caso non oltre il 30 giugno 2021) e di dare il suo consenso preventivo a ogni decisione di accettare o rifiutare un’offerta relativa alla Villa.

Campari Group ha reso noto di aver raggiunto un accordo per vendere Villa ‘Les Cèdres’, assicurandosi un ammontare netto pari a €80 milioni dalla vendita. In base agli accordi infatti il supplemento di prezzo è pari alla differenza tra il prezzo di vendita netto della Villa (prezzo netto da determinare in base ai termini stabiliti dall’Offerta Pubblica) e una soglia minima concordata di €80 milioni, che sarà trattenuta da Davide Campari-Milano S.p.A. La conclusione della transazione è attesa entro il 31 ottobre 2019.