Camfin rivede l’utile nel 2009

12 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Camfin chiude il 2009 con un ritorno all’utile per 5,6 milioni di euro, rispetto al dato negativo per 167,1 milioni di euro nel 2008. Si segnala il forte miglioramento dei proventi netti da partecipazioni, che al 31 dicembre 2009 sono positivi per 36,4 milioni di euro, rispetto a un dato negativo di 131,8 milioni di euro nell’esercizio 2008. Al dato contribuiscono in modo significativo il risultato di competenza della partecipazione in Pirelli & C., positivo per 5,8 milioni di euro (-88,7 milioni di euro nel 2008) e la plusvalenza derivante dalla cessione della partecipazione detenuta in Energie Investimenti, pari a circa 42 milioni di euro a livello consolidato. La posizione finanziaria netta a fine 2009 è passiva per 403,3 milioni di euro, in sensibile miglioramento rispetto ai 559,3 milioni di euro a fine 2008: il miglioramento rispetto al dato dello scorso dicembre è riconducibile alla dismissione della partecipazione in Energie Investimenti e all’aumento di capitale sottoscritto dagli azionisti nel corso dell’esercizio. Nell’esercizio in corso il gruppo Camfin dovrebbe beneficiare del previsto miglioramento della redditività di Pirelli & C. e delle altre partecipazioni, così come della prevista riduzione degli oneri di struttura, già avviata nel corso del 2009, e del rafforzamento della struttura patrimoniale. Con riferimento alla capogruppo, si prevede che il conto economico 2010 possa chiudere in utile per effetto del ritorno al dividendo della principale collegata Pirelli & C. e dei già citati rafforzamento patrimoniale e riduzione degli oneri di struttura.