Cameron sfida Merkel: regole piu’ severe si, ma noi restiamo fuori

18 Novembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Il Cancelliere tedesco Angela Merkel e il Primo ministro britannico David Cameron, dovrebbero incontrarsi in giornata per discutere sui punti di contrasto tra i due paesi, in merito alla crisi del debito in corso nell’eurozona.

Stando a quanto riporta il Financial Times Cameron si mostrerà disposto ad accettare i piani della Germania di rafforzare l’unione economica nell’eurozona, a condizione però che Londra ottenga la salvaguardia dalla legislazione europea.

Il Premier britannico dovrebbe in aggiunta confermare la sua opposizione alla cosiddetta Tobin Tax sulle transazioni finanziarie (un prelievo fiscale minimo su ogni transazione di azioni, obbligazioni e derivati), che potrebbe andare a colpire il distretto finanziario inglese.

Citando un documento di sei pagine del ministero degli esteri tedesco, il quotidiano Daily Telegraph riporta che la Germania vorrebbe creare un Fondo Monetario Europeo che dovrebbe prendere il controllo sui paesi con problemi finanziari ed amministrarne l’economia.

Dunque, Merkel alla ricerca di cambiamenti dei trattati dell’Unione, per impostare regole fiscali più severe tra i 17 paesi dell’eurozona, al fine di evitare che una nuova crisi del debito come quella attuale si possa ripetere in futuro. Cameron dovrebbe spingere perché questi cambiamenti interessino solo i paesi della moneta unica e non l’intero blocco dei 27 paesi.