Cambi, l’euro resta saldo oltre la soglia di 1,42

5 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – L’euro si conferma forte nei confronti del biglietto verde, che continua a perdere terreno contro le maggiori valute mondiali, in scia al nuovo intervento di quantitative easing varato dalla FED. La moneta unica si conferma stamattina sugli 1,42 dollari, quasi invariata rispetto alla chiusura di ieri in USA. L’euro aveva raggiunto un picco ieri di 1,428 USD, dopo l’avvio della conferenza stampa del Presidente della BCE, Jean Claude Trichet. L’Eurotower, come ampiamente atteso, ha lasciato i tassi di interesse fermi sui minimi storici. Trichet, in conferenza stampa, non ha fatto cenno ad alcuna ipotetica exit strategy, come era prevedibile, lanciando un appello ad una maggiore competizione sui mercati. L’economia europea – ha detto il numero uno della BCE – resta positiva ma persiste anche un contesto di incertezza. Intanto, si attendono oggi i dati sul mercato del lavoro USA, che dovrebbero confermare un tasso di disoccupazione al 9,6%. Quanto ai posti di lavoro, si stima la creazione di circa 60 mila posti, grazie al contributo del settore privato. Quanto allo yen, si conferma forte contro le principali valute, scambiando contro il dollaro a 80,7 e l’euro a 114,64.