Cambi, l’euro resta depresso contro dollaro e yen

19 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Avvio di settimana all’insegna della debolezza per l’euro, che langue nei confronti del dollaro e dello yen. Il cambio euro/dollaro si attesta infatti a 1,3466 USD (-0,07%), dopo il capitombolo registrato alla fine della scorsa settimana sulle incertezze per la questione del debito pubblico greco ed in scia alla notizia dell’accusa di frode mossa dalla SEC a Goldman Sachs. La valuta americana, infatti, ha recuperato il suo ruolo di investimento alternativo, in una giornata a dir poco “nera” per le piazze finanziarie mondiali. Quanto all’Unione Europea, il vertice dell’Eurogruppo a Madrid ha fissato i dettagli per il nuovo “pattern” procedurale dell’area, con l’intento di evitare nuovi casi-Grecia o, quantomeno, di avere già chiare le strategie per affrontare nuovi eventi di questo tipo. Si partirà da controlli più stringenti sui debiti, ma l’analisi si estenderà anche ai bilanci statali con una verifica in corso d’approvazione. Infine, sarà istituito un meccanismo anti-crisi permanente per gestire al meglio nuove impasse dei Paesi membri. Stessa impostazione per il cambio euro/yen che si attesta a 123,8 (-0,11%), confermando un generale apprezzamento della valuta nipponica sul mercato valutario. Il cambio dollaro/yen sosta a 91,95 (-0,02%).