Cambi, euro resta al palo contro il dollaro

26 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – L’euro è tornato a scendere questa notte in Asia, dopo il tentativo di recupero messo a segno ieri pomeriggio, durante le contrattazioni in America ed Europa. Il biglietto verde, così, continua a beneficiare della sua natura di valuta rifugio, a spese dell’euro che sconta ancora le grandi incertezze sulla situazione di crisi in Europa. Il cambio euro/dollaro stamattina si attesta a 1,227 USD (-0,78%), anche se appare in recupero rispetto ai minimi toccati ieri mattinata a 1,217 dollari. Si attendono maggiori dettagli sull’implementazione del Piano della UE, che verrà presentato anche al Segretario del Tersoro americano, Tim Geithner, in visita in Europa di ritorno da Bejing. Intanto, gli Stati membri della UE sono alle prese con i dibattiti politici e sociali relativi alle rispettive manovre di austerity, imposte con urgenza dalla situazione critica delle finanze pubbliche. Continua ad apprezzarsi anche la valuta nipponica, con l’euro che scambia a 110,98 yen (-0,7%) ed il dollaro a 90,28 yen (-0,02%). IN Asia, va segnalata anche la stabilizzazione del won coreano contro il dollaro, di riflesso alle notizie di un possibile intervento sul mercato delle valute, preannunciato dal Governo.