Cambi, avvio di giornata fiacco per l’euro

20 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – L’euro torna ad indebolirsi questa mattina, dopo il marginale recupero messo a segno ieri pomeriggio. La moneta unica, infatti, scambia a 1,3458 USD (-0,2%), rispetto agli 1,349 dollari segnati ieri sera in chiusura dei mercati americani, anche se resta sopra i minimi toccati ieri nel primissimo pomeriggio a 1,342. I movimenti dell’euro sono stati determinati da un ritracciamento del dollaro, in concomitanza con il buon andamento dei mercati americani sulla scia dei conti positivi di Citigroup e della buona lettura del leading indicator. L’indicatore della situazione economica è balzato infatti dell’1,4%, battendo le attese degli analisti che indicavano un incremento dell’1%. Intanto, si attende stamattina l’indice Zew tedesco, mentre l’agenda del pomeriggio è povera di spunti sotto il profilo economico. Sull’altro fronte, appare stabile il cambio euro/yen a 124,6, mentre la valuta americana guadagna terreno anche contro quella nipponica a 92,61 yen (+0,2%). Il dollari index segna un incremento dello 0,1%.