CALTAGIRONE EDITORE, PESSIMO AVVIO

7 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Nel quadro positivo di Piazza Affari, pessimo debutto per Caltagirone Editore.

Il titolo, al suo primo giorno di contrattazione, non ha aperto per eccesso di ribasso: dal prezzo del collocamento, a 18 euro (un euro vale 1936,27 lire), è precipitato al prezzo teorico di 4 euro.

La picchiata si era annunciata già alla vigilia: ieri al Terzo Mercato Caltagirone Editore quotava 15,3 euro, sul grey market londinese 15,5-17,5 euro.

L’offerta globale aveva registrato richieste per 50,7 milioni di azioni contro un’offerta di 35 milioni.