Brexit, corsa contro il tempo per evitare “no-deal”. May riunisce governo

6 Novembre 2018, di Mariangela Tessa

Corsa contro il tempo per tentare di raggiungere un accordo tra Ue e Gran Bretagna in vista del divorzio di marzo. Secondo indiscrezioni riportate da Bloomberg, oggi il premier Theresa May riunirà il governo per tentare di trovare una bozza di accordo, in vista di una possibile intesa con Bruxelles entro fine mese.

Come riporta l’agenzia Bloomberg

il primo ministro ospiterà la sua squadra più anziana di ministri per una discussione sulla Brexit e la sessione di martedì mattina si concentrerà probabilmente sulla questione di come evitare i controlli doganali al confine irlandese con il Regno Unito”.

Sempre secondo fonti vicino all’esecutivo britannico, i funzionari britannici hanno perso la speranza di fare abbastanza progressi questa settimana per firmare l’accordo di divorzio il 17 novembre. Ma la premier continua invece a sperare su un’intesa per fine mese.

Il Regno Unito deve lasciare l’UE in meno di cinque mesi, con o senza un accordo. In caso di no-deal, non ci sarà la fase di transizione di 21 mesi che le aziende vogliono con forza.

Ricordiamo che nei giorni scorsi la premier britannica aveva affermato che l’accordo era fatto “al 95 per cento”. Lo scoglio resta quel restante 5 per cento è rappresentato dalla questione nordirlandese.

Per evitare che si torni a un confine fisico tra l’Irlanda del Nord e la Repubblica d’Irlanda a sud, Bruxelles chiede che la provincia britannica resti nel mercato unico. Un’opzione che finora non è stata accettata da Londra, in quanto questo significa staccarla dal resto del Regno Unito dopo la Brexit.