BPM, Banca Pop Mantova chiude il 2009 in rosso

17 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare di Mantova S.p.A. – Gruppo Bipiemme, presieduto dal sig. Carlo Zanetti, ha approvato il progetto di bilancio d’esercizio al 31/12/2009. Lo si legge in una nota. Il risultato della operatività corrente al lordo delle imposte è negativo per 0,3 milioni di euro, rispetto all’utile di 2,2 milioni di euro del 2008. Dopo aver registrato imposte sul reddito dell’operatività corrente per 0,3 milioni di euro, il risultato netto dell’esercizio 2009 risulta negativo per 0,6 milioni di euro. La raccolta diretta si attesta a 202,3 milioni di euro, in crescita di 49,8 milioni di euro rispetto al 2008 (+32,6%). La raccolta indiretta, espressa ai valori effettivi di mercato, nel 2009 si attesta a 151 milioni di euro con una variazione di 57,5 milioni di euro (+ 61,6% rispetto al 2008). Nel dettaglio, il risparmio gestito si attesta a circa 12,5 milioni di euro, in incremento di 3 milioni di euro (+ 31,9% al 2008). Il risparmio amministrato da clientela ordinaria si attesta a 138,4 milioni di euro e risulta in aumento del 65% rispetto al 31 dicembre 2008. Nel suo complesso la massa amministrata per conto della clientela ammonta a 353,3 milioni di euro (+107,3 milioni di euro rispetto al 2008). I crediti verso la clientela si attestano a 366,3 milioni di euro, in crescita del 9,8% rispetto al 2008. Il totale delle attività deteriorate per cassa verso clientela ammonta, su base netta, a 19 milioni di euro, e con un’incidenza percentuale sul portafoglio crediti che si attesta al 5,2%. Le rettifiche totali (specifiche e di portafoglio) sul totale dei crediti verso clientela si attestano a 9,1 milioni di euro, con una copertura complessiva sul portafoglio crediti del 2,4% in significativo aumento rispetto all’1,4% del 2008. Il patrimonio netto, comprensivo di una perdita di periodo pari a circa 0,6 milioni euro, si attesta a circa 21,6 milioni di euro. L’insieme del capitale e delle riserve raggiunge 22,2 milioni di euro di cui 16 milioni di euro per sovrapprezzo di emissione e 4,4 milioni di euro per riserve. Al 31 dicembre 2009, i proventi operativi si attestano a 12 milioni di euro, con un aumento di 1,5 milioni di euro (+14,2% rispetto al 2008). Il margine di interesse si attesta a 9,8 milioni di euro, evidenziando un incremento di euro 1,2 milioni (+14,4% rispetto al 2008), beneficiando per lo più dello sviluppo dei volumi intermediati con la clientela. Le commissioni nette registrano un incremento di 0,4 milioni di euro, posizionandosi a 2,4 milioni di euro. All’interno dell’aggregato si registra un incremento delle commissioni da tenuta e gestione dei conti correnti (+0,3 milioni di euro), da servizi di incassi e pagamento (+0,2 milioni di euro) e dalla componente altri servizi (+0,2 milioni di euro) che compensano la riduzione delle commissioni di servizi di gestione, intermediazione e consulenza (-0,3 milioni di euro). L’aggregato degli oneri operativi – composto dalle spese amministrative e dalle rettifiche di valore nette sulle attività materiali ed immateriali – si attesta a 6,8 milioni di euro, mostrando un incremento di 0,2 milioni di euro; il rapporto tra oneri operativi e proventi operativi (cost income) si attesta al 56,9% in miglioramento del 6,5% rispetto al 2008. Le rettifiche nette per il deterioramento di crediti ed attività finanziarie e gli accantonamenti netti ai fondi rischi ed oneri, presentano complessivamente un saldo negativo di 5,4 milioni di euro rispetto a 1,6 milioni di euro del 2008. L’andamento complessivo della gestione risente del perdurare della situazione di difficoltà del sistema finanziario e del quadro macro economico. Nonostante ciò Banca Popolare di Mantova ha approvato il Piano Industriale 2010 – 2012, che prevede anche l’apertura di 5 nuove filiali, il trasferimento in una nuova sede nel Comune di Mantova, e il conseguente incremento dell’attuale organico. Nella medesima riunione il Consiglio di Amministrazione ha deliberato la convocazione dell’Assemblea dei Soci della Banca per i giorni 21 e 22 aprile 2010 (rispettivamente in prima e seconda convocazione) ai fini dell’approvazione del bilancio di esercizio 2009.