BP prosegue lunga agonia a Londra

2 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – A Londra resta in apnea la BP, che conserva un calo del 2,26% a 420,3p per azione, risultando uno dei peggiori titoli nel paniere principale. A pesare sulle azioni della compagnia petrolifera britannica ci sono sempre i timori legati all’evoluzione della situazione nel Golfo del Messico, mentre gli Stati Uniti hanno preannunciato l’avvio di una inchiesta per determinare le cause ed i responsabili del gravissimo danno ambientale. Intanto, la BP sta cercando altre soluzioni per risolvere i problemi mentre si rincorrono voci di take over dato il forte calo registrato di recente dal titolo in borsa.