BP fallisce con “Top Kill”. E ora?

31 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Nel Golfo del Messico la BP fallisce anche con il sistema “Top Kill”, che nei giorni scorsi aveva dato buone speranze di poter contenere la perdita di petrolio in mare. Un portavoce nel week-end ha ammesso che il sistema non ha dato buoni risultati e che bisognerà trovare ora un’altra soluzione per porre rimedio al disastro ambientale provocato da una perdita della piattaforma petrolifera della major britannica. Il timore è che il petrolio possa continuare ad affluire sino al mese di agosto. Ora si cercano soluzioni e probabilmente il prossimo passo sarà quello di utilizzare dei robots sottomarini per avviare il taglio della tubazione danneggiata. L’operazione però rischia anche di aumentare la perdita di greggio in mare.