BORSE UE CONTRASTATE DIETRO WALL STREET

4 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Le piazze europee hanno chiuso con gli indici poco mossi, ad esclusione di Londra che ha corso in solitaria fermandosi a +1,08%.

In mattinata, i mercati sono rimasti piatti in attesa dell’apertura dei mercati USA e dei dati sul tasso di disoccupazione negli Stati Uniti. Il dato negativo e molto lontano dalle previsioni ha portato un’ondata di vendite su tutti i listini che hanno poi recuperato dietro le borse USA.

Gli indici EuroStoxx hanno registrato il recupero degli energetici (+1,05%) dopo le forti vendite di ieri, ma anche la sostanziale tenuta dei telefonici (+0,5%) e dei tecnologici (+0,7%). In calo gli industriali (-1,7%), i finanziari (-1,9%) e i media (-0,7%).

L’indice Ftse della City londinese ha guadagnato l’1,8% grazie al rialzo dei telefonici tra cui Vodafone (+3,9%) e British Telecom (+1,6%). Buona seduta anche per i bancari dopo la fusione tra Halifax (+3,8%) e Bank of Scotland (+4,3%) che ha portato poi denaro anche ad altri titoli come Lloyds (+1,8%). Tra i tecnologici ha ceduto Logica (-2,9%).

A Francoforte, le cui contrattazioni terminano alle 20:00, il Dax sale dello 0,36% sostenuto da Deutsche Telekom (+0,9%). Molti titoli tecnologici tra cui Infineon (+2,1%) ed Epcos (+0,8%) hanno recuperato nel finale di seduta.

A Parigi il Cac ha chiuso piatto a -0,03%. Forte correzione per Cap Gemini (-8,8%) dopo una trimestrale inferiore alle attese e Tf1 (-5,5%). Salgono Total Fina (+1,9%) e Alcatel (+0,2%), mentre sono deboli Stm (-0,2%) e France Telecom (-2,5%).