Borse scivolano nel giorno dei conti delle banche

28 Luglio 2017, di Daniele Chicca

L’attenzione dei mercati è tutta rivolta alle ultime notizie societarie. Alcune delle principali banche d’Europa, tra cui Barclays (andamento piatto), BNP Paribas (in calo di quasi mezzo punto percentuale), Credit Suisse (+2% in avvio), Ubs (-4% circa) e Banco Santander hanno riportato oggi i conti trimestrali, in concomitanza con quelli di grandi gruppi italiani come Eni, Enel e Telecom Italia.

Tra le banche per ricapitolare Santander ha registrato un incremento del 37% dei profitti, in linea con le attese, grazie alla buona prova del suo mercato più importante, il Brasile. Barclays ha subito una perdita di 1,6 miliardi di sterline nella prima metà del 2017, a causa dai costi associati alla vendita delle attività africane. Senza l’operazione l’utile pre tasse sarebbe stato pari a 2,3 miliardi di sterline, comunque sempre sotto le previsioni per 2,7 miliardi. Dal canto suo Credit Suisse ha registrato un livello record di asset in gestione nel secondo trimestre e un utile netto in rialzo del 78%.

Sempre tra le banche europee UBS ha visto un aumento del 14% dei profitti, un risultato superiore alle stime, ma la prima banca della Svizzera ha espresso cautela sulle previsioni dell’anno, sottolineando che l’incertezza geopolitica e macroeconoimica potrebbe avere un effetto negativo sull’attività della clientela. Da parte sua la prima banca di Francia, BNP Paribas, ha registrato un calo meno accentuato del previsto degli utili trimestrali, grazie in gran parte alla divisione di investimenti. Il CFO Lars Machenil ha detto che i risultati sono la prova che la strategia di rinnovamento del gruppo sta funzionando.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 28 Luglio 20179:39

A decidere l’andamento dei listini azionari europei è la prova delle banche, in calo di quasi un punto percentuale nel giorno in cui riportano i conti fiscali alcuni dei più grandi gruppi dell’area.

Daniele Chicca 28 Luglio 20179:40

L’indice paneuropeo EuroStoxx 600 perde lo 0,4% circa in avvio. Questa invece è la fotografia delle quattro principali Borse d’Europa:

Daniele Chicca 28 Luglio 20179:41

Anche Amsterdam e i tre maggiori mercati azionari del Sud d’Europa, Portogallo, Italia e Spagna, scambiano in rosso nelle prime battute.

Daniele Chicca 28 Luglio 20179:42

Tra le singole performance Banco Santander cede quasi mezzo punto percentuale al momento (-0,47%) mentre Credit Suisse e Barclays riescono a muoversi in controtendenza rispetto al settore bancario. Malissimo UBS (quasi -4%).

Daniele Chicca 28 Luglio 20179:43

Questa invece è la prova di altri quattro gruppi che hanno pubblicato i conti fiscali, come Adidas, Banco Sabadell, BBVA e Kering.

Daniele Chicca 28 Luglio 20179:44

Questa invece è la prova di altri quattro gruppi che hanno pubblicato i conti fiscali oggi, ossia Adidas, Banco Sabadell, BBVA e Kering.

Daniele Chicca 28 Luglio 20179:59

A Piazza Affari si muove in progresso Eni (+0,4%) che ha chiuso il secondo trimestre con un utile sopra le attese benficiando della ripresa dei prezzi del petrolio, mentre Italgas passa in leggero terreno negativo dopo un avvio in rialzo. Telecom Italia scambia poco sopra la parità, beneficiando della trimestrale positiva ma che, secondo Banca Akros, viene “offuscato dalle incertezze sulla strategie per i cambiamenti del management”. Gli analisti attendono maggiori dettagli su governance e strategia dalla conference call di oggi.

Da parte sua Luxottica scivola in fondo al FTSE Mib con un calo del 3,5% sulla scia dei risultati di Essilor che ha confermato i target di redditività ma ha limato al ribasso gli obiettivi di crescita sui ricavi. Da parte sua Fincantieri, le cui novità su STX e la battaglia “navale” tra Francia e Italia hanno occupato le prime pagine dei giornali negli ultimi tempi, annulla le perdite subite in avvio.

Daniele Chicca 28 Luglio 201711:13

Sul valutario, l’euro si è rafforzato del 12% nel 2017. Con un euro si potevano acquistare solo 1,04 dollari a gennaio: stamattina è possibile averne 1,17 indietro. Aiutano anche gli ultimi dati macro, con la fiducia nell’economia che è salita ai massimi di dieci anni in area euro.

Daniele Chicca 28 Luglio 201711:14

Sul valutario, l’euro si è rafforzato del 12% rispetto al biglietto verde nel 2017. Con un euro si potevano acquistare solo 1,04 dollari a gennaio: stamattina è possibile averne 1,17 indietro. La moneta unica è aiutata anche gli ultimi dati macro, con la fiducia nell’economia che è salita ai massimi di dieci anni in area euro.

Daniele Chicca 28 Luglio 201713:49

Una settimana a luci e ombre per i mercati azionari si appresta a chiudersi su una nota negativa in Europa. I future Usa sembrano indicare un andamento negativo anche per la Borsa americana dopo i cali dell’Asia. Ieri Wall Street aveva pagato il taglio alla guidance e l’utile per azione deludente di Amazon. Sul Forex torna a cedere terreno il dollaro, con l’euro favorito dai dati macro e la sterlina che anche lei si rafforza grazie alle rinnovate tensioni politiche a Washington dopo che al Senato Usa John McCain ha votato con i Democratici contro la riforma dell’Obamacare.

Daniele Chicca 28 Luglio 201713:53

Una settimana a luci e ombre per i mercati azionari si appresta a chiudersi su una nota negativa in Europa. I future Usa sembrano indicare un andamento negativo anche per la Borsa americana dopo i cali dell’Asia. Ieri Wall Street aveva pagato il taglio alla guidance e l’utile per azione deludente di Amazon. Sul Forex torna a cedere terreno il dollaro, con l’euro favorito dai dati macro e la sterlina che anche lei si rafforza grazie alle rinnovate tensioni politiche a Washington dopo che al Senato il Repubblicano John McCain ha votato con i Democratici contro la riforma dell’Obamacare.

Il titolo Amazon ha perso il 3% dopo aver pubblicato utili del 77% più bassi rispetto all’anno prima e dopo aver previsto un profitto operativo debole nel terzo trimestre. L’economista di Invested Victoria Clarke sottolinea che “finora la stagione delle trimestrali è andata relativamente bene” e che “questa è la prima volta che un gruppo inculca nelle menti degli investitori qualche dubbio” sulla prova delle aziende. Ciò ha naturalmente alimentato timori sulla performance generale del settore aziendale hi-tech.

Daniele Chicca 28 Luglio 201714:39

Amazon ha perso il 3% dopo aver pubblicato utili del 77% più bassi rispetto all’anno prima e dopo aver previsto un profitto operativo debole nel terzo trimestre. L’economista di Invested Victoria Clarke sottolinea che “finora la stagione delle trimestrali è andata relativamente bene” e che “questa è la prima volta che un gruppo inculca nelle menti degli investitori qualche dubbio” sulla prova delle aziende. Ciò ha naturalmente alimentato timori sulla performance generale del settore hi-tech.

Daniele Chicca 28 Luglio 201714:51

Sul valutario saliscendi della Sterlina. Prima favorita dal cenno a una soft Brexit fatto dal ministro delle Finanze britannico e dalla debolezza del dollaro, la divisa inglese ha pagato le precisazioni dell’Ue secondo cui il cambiamento dei rapporti tra Londra e blocco europeo non sarà graduale e morbido come aveva fatto capire Hammond.

In un’intervista alla BBC Hammond ha detto che ci vorrà del tempo prima che le regole su passaporti e immigrazione vengano implementate e che ci sarà una trasformazione graduale nei rapporti lungo termine con l’UE. La Commissione Ue ha però smentito le parole del cancelliere, erodendo i guadagni della sterlina. L’organo esecutivo europeo ha precisato che qualsiasi indicazione sul periodo di transizione deve ancora essere presa in considerazione dal momento che prima vanno stabiliti i termini del divorzio del Regno Unito. 

Il biglietto verde da parte sua è colpito dalle nuove turbolenze politiche, con la Riforma leggera dell’Obamacare che non ha passato lo scoglio del Senato per via del voto del Repubblicano John McCain.

Daniele Chicca 28 Luglio 201714:53

Sul valutario saliscendi della sterlina. Prima favorita dal cenno a una Brexit soft fatto dal ministro delle Finanze britannico e dalla debolezza del dollaro, la divisa inglese ha poi pagato le precisazioni dell’Ue secondo cui il cambiamento dei rapporti tra Londra e blocco europeo non sarà graduale e morbido come ha fatto intendere Philip Hammond.

In un’intervista alla BBC Hammond ha detto che ci vorrà del tempo prima che le regole su passaporti e immigrazione vengano implementate e che ci sarà una trasformazione graduale nei rapporti a lungo termine con l’UE. La Commissione Ue ha però smentito le parole del cancelliere, erodendo così i guadagni della sterlina. L’organo esecutivo europeo ha precisato che qualsiasi indicazione sul periodo di transizione deve ancora essere presa in considerazione dal momento che prima vanno stabiliti i termini del divorzio del Regno Unito. 

Il biglietto verde da parte sua è colpito dalle nuove turbolenze politiche, con la Riforma timida dell’Obamacare che non ha passato lo scoglio del Senato per via del voto del Repubblicano John McCain.

Daniele Chicca 28 Luglio 201715:16

Piazza Affari cede quasi l’1% nel primo pomeriggio; calano anche le altre Borse europee principali. Le performance dei listini dipendono molto da come sono andate le trimestrali societarie di banche e altri grandi gruppi quotati. Adidas corre del 7% mentre Ubs cede il 2,5%.

Daniele Chicca 28 Luglio 201715:23

Gli Stati Uniti registrano una crescita dell’economia in linea con le previsioni. Nel secondo trimestre il Pil ha visto una variazione del +2,6%, ma nel primo semestre l’andamento è decisamente altalenante. Nel periodo aprile-giugno il numero è risultato più alto del previsto, ma la lettura del primo quarto dell’anno è stata invece rivista al ribasso all’1,2%, pertanto la performance complessiva nel primo semestre del Pil Usa è rimasta sostanzialmente invariata.

Tale prova ha spinto qualche analista citato da Forbes a chiedersi come fanno i profitti societari a salire in media del 10% in un’economia che fatica a realizzare un’espansione dell’attività del 2% nella prima metà dell’anno. I dati macro hanno spinto in ribasso al dollaro Usa con l’euro che ha toccato i nuovi massimi di seduta in area $1,1744, forte di un progresso dello 0,58%.

Daniele Chicca 28 Luglio 201715:24

Gli Stati Uniti registrano una crescita dell’economia lievemente inferiore alle previsioni nel secondo trimestre, quando il Pil ha visto una variazione del +2,6% contro le stime che erano per un’espansione del 2,7%. Nel primo semestre l’andamento è stato decisamente altalenante. Nel periodo aprile-giugno il numero è risultato buono ma più basso del previsto, mentre la lettura del primo quarto dell’anno è stata rivista al ribasso all’1,2%. Ne consegue che la performance complessiva nel primo semestre del Pil Usa è stata deludente.

Tale prova fiacca della prima economia al mondo ha spinto qualche analista citato da Forbes a chiedersi come fanno i profitti societari a salire in media del 10% in un’economia che fatica a realizzare un’espansione dell’attività del 2% nella prima metà dell’anno. I dati macro hanno spinto in ribasso al dollaro Usa con l’euro che ha toccato i nuovi massimi di seduta in area $1,1744, forte di un progresso dello 0,58%.

Daniele Chicca 28 Luglio 201715:35

Come preventivato l’apertura della Borsa Usa è negativa. Dopo la delusione per i dati sul Pil Usa sono invece molto richiesti Bond e oro.

Daniele Chicca 28 Luglio 201716:13

Dopo una corsa stellare, il comparto tech è in ritirata. Il Nasdaq sta subendo i cali giornalieri più intensi delle ultime quattro settimane.

Daniele Chicca 28 Luglio 201716:21

Tornando al fronte macroeconomico, la fiducia dei consumatori americani, che con le loro spese contribuiscono a circa due terzi del Pil Usa, è scesa ma in maniera modesta a luglio. L’andamento ribassista visto nel mese di giugno e luglio, tuttavia, è sufficiente a spingere l’indice del Michigan ai minimi da quando Donald Trump è stato eletto presidente degli Stati Uniti (vedi grafico sotto).

L’indice della fiducia misurato dall’Università del Michigan in base a un sondaggio è risultato a quota 93,4 punti, facendo leggermente meglio delle attese raccolte da Thomson Reuters, che erano per un risultato di 93,1 dopo il punteggio di 95,1 di giugno. È il secondo calo mensile di fila per la fiducia dei consumatori, che rispetto a maggio ha quindi accusato una flessione del 2,1%.

Daniele Chicca 28 Luglio 201716:22

Come preventivato l’apertura della Borsa Usa è negativa. Dopo la delusione per i dati sul Pil sono invece molto richiesti Bond e oro.

Daniele Chicca 28 Luglio 201716:24

Gli Stati Uniti registrano una crescita dell’economia lievemente inferiore alle previsioni nel secondo trimestre, quando il Pil ha visto una variazione del +2,6% contro le stime che erano per un’espansione del 2,7%. Nel primo semestre l’andamento è stato decisamente altalenante. Nel periodo aprile-giugno il numero è risultato buono ma più basso del previsto, mentre la lettura del primo quarto dell’anno è stata rivista al ribasso all’1,2%. Ne consegue che la performance complessiva nel primo semestre del Pil Usa è stata deludente.

Tale prova fiacca della prima economia al mondo ha spinto qualche analista citato da Forbes a chiedersi come fanno i profitti societari a salire in media del 10% in un’economia che fatica a realizzare un’espansione dell’attività del 2% nella prima metà dell’anno. I dati macro hanno spinto in ribasso al dollaro Usa con l’euro che ha toccato i nuovi massimi di seduta in area $1,1744, forte di un progresso dello 0,58%.

Daniele Chicca 28 Luglio 201717:20

Non si fa che parlare di una rotazione in atto dagli Stati Uniti all’Europa quando si tratta di investimenti nel mercato azionario ma se si guarda alla performance da inizio anno, le principali Borse europee non hanno strabiliato, soprattutto Londra. 

Daniele Chicca 28 Luglio 201717:39

In chiusura di seduta in Europa lo spread tra Btp e Bund a 10 anni si attesta a quota 158 punti base. Il rendimento del decennale italiano è al 2,12%.

Daniele Chicca 28 Luglio 201717:40

Tra le materie prime, il contratto sul petrolio Wti è in rialzo a quota $49,7. I prezzi del greggio sono in rialzo e hanno toccato i massimi di due mesi incamminandosi verso la miglior settimana di quest’anno con gli investitori che stanno digerendo i segnali di un allentamento dell’eccesso di offerta.

Daniele Chicca 28 Luglio 201717:40

Sul valutario, il cross euro dollaro è in rialzo a $1,176. Cede terreno il dollaro, riavvicinandosi ai recenti minimi, dopo la pubblicazione della prima stima del Pil Usa del secondo trimestre: un dato in linea con le attese che non riesce a offrire nuove motivazioni agli investitori per scommettere su un altro rialzo dei tassi Fed entro fine anno.

Daniele Chicca 28 Luglio 201717:41

Piazza Affari ha archiviato la settimana con una seduta in calo. Le trimestrali societarie hanno dato indicazioni contrastate. Luxottica è la peggiore del listino dopo che la francese Essilor ha tagliato le stime per il 2017. Debole anche Leonardo, STM e Banca Mediolanum. In rialzo invece Moncler, Saipem e Banca Generali.

Daniele Chicca 28 Luglio 201717:41

Le Borse Europee chiudono anch’esse in rosso. Segna la performance peggiori dell’indice EuroStoxx 50 Essilor, che ha tagliato le stime di ricavi e utili per il 2017. Sono in pesante ribasso anche L’Oreal, Vinci, CRH e ASML Holding. Tra i rialzi, spicca su tutte la performance di Adidas in rialzo di oltre l’8% dopo aver migliorato l’outlook annuale. In rialzo più frazionale Saint Gobain e Eni

.

Daniele Chicca 28 Luglio 201717:49

Le Borse Europee chiudono anch’esse in rosso. Segna la performance peggiori dell’indice EuroStoxx 50 Essilor, che ha tagliato le stime di ricavi e utili per il 2017. Sono in pesante ribasso anche L’Oreal, Vinci, CRH e ASML Holding. Tra i rialzi, spicca su tutte la performance di Adidas in rialzo di oltre l’8% dopo aver migliorato l’outlook annuale. In rialzo più frazionale Saint Gobain e Eni.