BORSE: SADDAM/RALLY PREVISTO IN TUTTO IL MONDO

14 Dicembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

(WSI) – NEW YORK, 14 DICEMBRE – I mercati azionari di tutto il mondo dovrebbero celebrare con un rialzo (alcuni prevedono di breve durata) la cattura dell’ex dittatore irakeno Saddam Hussein.

Per gli stessi motivi gli investitori saranno piu’ inclini ad acquistare assets in dollari, per cui la moneta Usa dovrebbe rafforzarsi, rispetto ai livelli da ribasso record raggiunti nei confronti dell’euro. Cali in vista invece per i bond Usa e tutti i tipi di obbligazioni, nonche’ per il prezzo del petrolio.

Resta comunque tra gli operatori a Wall Street una notevole cautela per un rialzo celebrativo che in Borsa non potra’ estendersi oltre un certo limite. Alcuni broker ritengono che gli indici americani saliranno, con il Dow Jones ben al di sopra di quota 10.000 e il Nasdaq ben oltre quota 2000. Ma il rally potrebbe poi dar luogo a non indifferenti prese di profitto, visto che i principali indici sono gia’ ai massimi assoluti dal maggio 2002.

“Ci sara’ certamente un applauso iniziale a Wall Street, ma non sara’ fragoroso”, ha detto Hugh Johnson, chief investment officer di First Albany. “La cattura di Saddam non segnala affatto la fine degli attacchi terroristici in Iraq, nel mondo o negli Stati Uniti” (da Target News, in tempo reale pert gli abbonati a INSIDER).