Borse europee, situazione ancora tesa sui mercati

31 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – La situazione non muta nel Vecchio Continente al giro di boa. Le borse europee confermano segni negativi di un certo rilievo, anche se mostrano un lievissimo recupero dai minimi della mattinata. Il sentiment appare ancora piuttosto depresso, dopo le consistenti perdite archiviate da Tokyo e dal resto dell’Asia ed in attesa di un avvio non migliore per Wall Street. I Futures a stelle e strisce confermano ribassi attorno al mezzo punto percentuale, anticipando una partenza difficile per i Listini americani, dopo la debacle di ieri. Nel pomeriggio si attendono alcuni importanti dati macroeconomici americani, quali il PMI di Chicago e la fiducia dei consumatori. In agenda anche il dato sui prezzi delle abitazioni, elaborato dall’indice S&P Case Shiller. Intanto, l’Eurozona conferma un’inflazione in rallentamento all’1,6% ed un tasso di disoccupazione fermo al 10%. Buone nuove sono giunte dall’India, che conferma un elevato tasso di crescita nel secondo trimestre dell’anno, che renderà probabile una stretta monetaria a breve. Sul mercato dei cambi, l’euro recupera dai minimi di inizio giornata, portandosi a 1,267 USD (+0,07%), mentre rallenta lo yen nei confronti del biglietto verde e della divisa europea. Oro fermo sui 1233 dollari l’oncia, dopo il recupero messo in atto nelle ultime settimane. I timori degli operatori per l’economia continuano ad avvantaggiare i cosiddetti asset rifugio, a scapito dell’azionario. Fra le piazze europee la peggiore è Parigi con una perdita dell’1,8%, ma soffrono anche Amsterdam e Bruxelles. Male anche Londra che scivola di un punto, mentre Francoforte cede lo 0,9%assieme a Zurigo.