Borse europee riflessive in avvio

14 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Partenza in punta di piedi per le principali borse europee, dopo la festa della vigilia sull’imminente intervento di stimolo all’economia da parte della Federal Reserve e su alcune buone notizie dal fronte corporate Usa. Sul fronte valutario l’euro impenna portandosi a 1,4085 dollari, livello che non vedeva dalla fine di gennaio. Il biglietto verde retrocede anche nei confronti dello yen portandosi a quota 81,2, mentre sembra che il Giappone si prepari a intervenire ancora per frenare la corsa della divisa giapponese. Molte le statistiche americane in calendario oggi e domani. Nella giornata di oggi verranno diffusi i sussidi alla disoccupazione, la bilancia commerciale, i prezzi alla produzione e le scorte di petrolio mentre domani sarà la volta dei prezzi al consumo, dei salari reali, delle vendite al dettaglio, dell’Empire State index, della fiducia dei consumatori e delle scorte all’industria. Tra le commodities schizzano in alto le quotazioni dell’oro, con un nuovo record a 1.381 dollari l’oncia. L’incertezza sul futuro dell’economia globale porta molti investitori a investire nel metallo giallo mentre molti analisti mettono in guardia su una possibile bolla speculativa. Sulle prime rilevazioni Parigi segna un rialzo dello 0,1% a 3832,14 punti ed Amsterdam un incremento dello 0,24% a 342,53 punti. Segno più anche per Francoforte +0,24% a 6450,2 punti, Londra +0,3% a 5764,69 punti e Madrid +0,23% a quota 10891,1. In disparte Bruxelles con una limatura dello 0,18% a 2665,59 punti. A livello settoriale si comportano bene le tlc e le materie prime.