Borse europee: alla fine conquistano il segno più

23 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Concludono la giornata quasi tutte tinte di verde la principali borse del Vecchio Continente in quella che si è rivelata una sessione nervosa fin dall’avvio. Le borse europee, a metà riunione, hanno confermato una discreta impostazione dopo aver invertito la rotta subito dopo l’esordio vista l’incertezza per la pubblicazione degli stress test, prevista per fra mezz’ora circa. Dopo l’avvio di Wall Street in retromacia, che ora mostra due indici su tre in verde, il panorama europeo si è appesantito e molte piazze continentali sono scese al di sotto della parità. I listini di Eurolandia però ci hanno creduto e alla fine sono riuscite a chiudere quasi tutte con il segno più. Sul mercato valutario, l’euro si indebolisce nei confronti del biglietto verde e torna sugli 1,28 dopo aver sfondato gli 1,29 dollari stamani grazie alla buona lettura dell’indice IFO tedesco. L’indicatore anticipatore della situazione degli affari in Germania ed Europa è salito ben oltre le attese degli analisti. Bruxelles ha chiuso con un rialzo dello 0,19% a 2506,07 punti, Zurigo con un incremento dello 0,12% a 6201,68 punti, Parigi con un vantaggio dello 0,18% a 3607,05 punti ed Amsterdam con un progresso dello 0,58% a 337,14 punti. Bene anche Francoforte +0,39% a 6166,34 punti, Londra lima con un -0,02% a 5312,62 punti e Madrid +1,07% a quota 10413,5