Borse, peggior inizio d’anno di sempre ma Deutsche Bank è ottimista

19 Gennaio 2016, di Daniele Chicca

NEW YORK (WSI) – Ci vuole coraggio per fare una previsione del genere in questo momento. Lo strategist sull’azionario Usa di Deutsche Bank è convinto che la Borsa americana salirà con l’indice S&P 500 che “aumenterà di prezzo e lo farà presto”.

Sono le parole utilizzate da David Bianco nella sua ultima nota ai clienti. Sono dichiarazioni che nel 2015 avrebbero avuto assolutamente senso dopo una breve fase di ribassi, ma ora dopo il peggior avvio dell’anno di sempre per l’azionario hanno un valore ben diverso.

L’indice allargato della Borsa Usa ha perso l’8% nelle prime due settimane di contrattazioni.

“Non ci siamo fatti prendere dal panico e non abbiamo paura di questa fase di correzione perché ne capiamo i motivi”, ha scritto Bianco. “È causa della recessione dei profitti aziendali che si concentra però solo in alcuni settori. I fattori sono elementi di rischio che avevamo previsto e quantificato ampiamente nelle nostre ricerche”.

Non è la prima volta che Bianco fa previsioni ‘contrarian’ e ottimiste sul mercato azionario in un momento difficile per le Borse. Nell’autunno del 2011, quando i mercati stavano crollando, ha alzato il suo prezzo obiettivo sui titoli azionari e ha consigliato ai suoi clienti di comprare. Si è così attirato non poche critiche. Ma le sue stime azzardate hanno finito per rivelarsi corrette.

Negli ultimi anni è stato uno degli strategist con gli approcci più cauti di tutta Wall Street. Ha citato spesso i problemi relativi agli utili societari e ha invitato a fare molta attenzione prima di comprare titoli di Borsa. Inoltre è sempre stato particolarmente ribassista quando si trattava di fare stime sul comparto energetico e sul margine ridotto per gli utili di società che ora a causa del crollo dei prezzi del petrolio sono in piena crisi.

“Il settore energetico non chiuderà in utile il 2015 e il prezzo del greggio sarà intorno ai 35 dollari al barile”, ha scritto ieri. “Zero non è una condizione normale e alla fine il settore energetico tornerà a contribuire con un apporto di circa 5-10 dollari di EPS sull’S&P 500”.

Secondo le previsioni di Bianco l’indice S&P 500 toccherà i 2.200 punti quest’anno e gli utili per azione delle aziende quotate sul paniere saranno pari a 120 dollari. Le previsioni sono positive, ma sono state riviste al ribasso da quelle precedenti, che erano rispettivamente di 2.250 punti e 125 dollari.

 Ba