BORSE ASIATICHE: TOKIO PESANTE, LASCIA L’1,76%

13 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Tokio ha ceduto un pesante 1,76% a causa soprattutto della richiesta di fallimento da parte della catena di grandi magazzini Sogo. Si teme che questo fallimento possa avere riflessi negativi su tutta l’economia del Paese.

Il mercato attende il possibile aumento dei tassi di interesse, lunedì prossimo. Intanto sono state alleggerite le posizioni in particolare nel settore costruzioni, per il timore che le società del comparto non siano in grado di ripagare i debiti contratti nei confronti delle principali banche giapponesi.

Tra le altre Borse asiatiche, a Hong Kong +0,13% per l’indice Hang Seng. Bene i titoli finanziari, primo fra tutti Hsbc che sale dell’1%. Bene anche i telefonici, con Hutchison Whampoa che guadagna ancora l’1,3% sulla scia dell’accordo per l’UMTS (telefonini di terza generazione) in Europa con l’olandese Kpn Mobile e la giapponese Ntt DoCoMo. Realizzi sul settore immobiliare.