BORSE ASIATICHE: TOKIO PESANTE, CEDE L’1,9%

27 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

La Borsa di Tokio ha chiuso con una perdita dell’1,9%, poco al di sopra di quota 16.000. Il mercato ha risentito della situazione economica del Giappone soprattutto alla luce della vicenda del fallimento della catena della grande distribuzione Sogo e della cessione della banca in amministrazione controllata Nippon Credit Bank (Ncb) a una cordata guidata da Softbank.

Ma il peso maggiore oggi è venuto dalle perdite segnate alla vigilia dai principali listini azionari degli Stati Uniti, che hanno messo particolare pressione ai titoli del settore tecnologico.

Tra le altre principali Piazze asiatiche, Hong Kong cede l’1% a metà seduta. Anche qui si fa sentire la flessione del Nasdaq. Cedono in particolare Hutchison Whampoa e China Mobile.