BORSA: NOTIZIE FALSE DA GURU DI WALL STREET

29 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il New York Stock Exchange ha multato per $75.000 Thomas Hanley – uno dei piu’ seguiti analisti – e UBS Securities per aver fatto circolare la voce, senza fondamento, di un’imminente acquisizione.

Nel settembre 1997 Hanley, capo analista di UBS Securities – divisione di UBS (UBS) ora nota come Warburg Dillon Read – aveva piu’ volte reiterato, sia ai colleghi che al pubblico, come Bankers Trust (BT) sarebbe stata presto acquistata da Travelers Corporation ad un prezzo di $162-$167 ad azione.

Il titolo veniva trattato allora al $120 e prima della smentita dell’affare era salito a oltre $133.

Dopo pochi giorni Travelers aveva invece annunciato l’acquisizione di Salomon Inc. e successivamente si era fusa con Citicorp per formare Citigroup (C).
Bankers Trust veniva invece acquisita nel 1999 da Deutsche Bank (DTBKY).

Ne’ Hanley ne’ UBS sono accusate di aver beneficiato dalla variazione di prezzo, ma la Big Board ha comunque imposto il pagamento di $75 mila all’analista per la divulgazione della notizia fasulla e $60 mila alla banca d’investimento pre non averla evitata.

Hanley, che ha fatto parte della lista di Institutional Investors dei migliori analisti americani dal 1976 al 1999, si difende dicendo che sulla base delle sue ricerche era certo che l’acquisizione sarebbe avvenuta e altri operatori del settore sostengono che avere opinioni e’ parte intrinseca del lavoro dell’analista.

Per evitare provvedimenti disciplinari del New York Stock Exchange sarebbe stato pero’ sufficiente sottolineare che la possibile acquisizione era solo una voce di corridoio.