BORSA MILANO: RUSH FINALE DEL MIBTEL A +1,21%

16 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Non si è ripetuta la brutta esperienza di ieri con gli investitori tutti impegnati nelle vendite. Oggi, anzi, è stato proprio il rush finale a dare tonicità al listino.

Così, termina in positivo la seduta di Piazza Affari.

Il Mibtel ha registrato un progresso dell’1,21% a 31.945 punti.

Il Mib30 ha chiuso con un rialzo dell’1,6% a quota 47.245.

Il listino è stato sostenuto dai bancari, dove ha brillato la Fideuram che ha chiuso con un progresso dell’8,70%. Ma bene ha fatto anche la Banca Intesa a +3,33%.

Denaro anche sugli energetici e gli industriali: Edison oltre il 4%, Enel, Eni e Fiat oltre il punto percentuale di guadagno.

Hanno retto anche gli assicurativi con Genrali a +1,47% e Mediolanum a +1,49%.

Brusca caduta per probabili realizzi di Mediaset a -9,34% e Seat che in conclusione riduce le perdite, comunque consistenti (-5,64%).

Giu per tutta la giornata, i telefonici hanno corretto il tiro solo sul finale, riducendo le passività.

Telecom -4,03%, Tecnost -1,09%, Tim a -4,82% e Olivetti a meno 0,49%.

Pesanti perdite per le utilities e le municipalizzate. Amga a -10% e Aem a -8,07%.

Nel Nuovo Mercato vendite sui titoli Tiscali che lascia sul campo il 3,73%. In rosso anche Opengate a -4,17%.