BORSA MILANO: IL MIBTEL CEDE SUL TERRENO IL 2,20%

5 Gennaio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il Mibtel si trova a -2,20% in una situazione piuttosto pesante ma che vede qualche titolo rialzare la testa.

E’ il caso di Eni che guadagna l’1,37%. Positive, anche se in rialzo più contenuto, le Enel (+0,15%).

In pieno ciclone i titoli legati a Internet. E il calo è tale che in avvio sono state sospese al ribasso tutte le piccole supertecnologiche del Nuovo Mercato.

Solo dopo un’ora sono riuscite a tornare agli scambi Gandalf, per poi essere di nuovo congelata, e Prima Industrie, che perde il 3,85%.

Tra gli altri, resistono all’ondata di vendite Autostrade (+0,73%) e alcuni bancari tra cui Intesa (+0,92%) e Comit (0,47%).

Molto bene invece per Castelgarden, oggetto di un’opa (offerta pubblica di acquisto) residuale in rialzo di quasi il 20%.