Mercati

Borsa Milano guadagna +1,57%. In arrivo tagli stime Pil

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

MILANO (WSI) – Con un deciso sprint sul finale la Borsa di Milano chiude la seduta in buon rialzo. Gli investitori guardano con favore alla pubblicazione dell’indice tedesco Zew e dei risultati dell’asta spagnola, che ha visto Madrid fare il pieno sul collocamento di titoli di stato con scadenza a tre e sei mesi. Indice Ftse Mib in crescita di +1,57% a 16.664,42 punti. Spread in distensione. Tassi sui BTP decennali sotto il 4,40%.

L’attenzione e’ rimasta focalizzata soprattutto sull’ottimo dato in arrivo dalla Germania, che è volato a febbraio a quota 48,2 punti, a un livello migliore delle stime e al record in tre anni. Da segnalare che l’indicatore misura le aspettative sulla congiuntura del paese.

Cattive notizie invece per i fondamentali dell’economia italiana, con l’Abi che preannuncia che rivedrà al ribasso le stime “sul Pil per il 2013 e che parla di crollo dei prestiti a gennaio (record negativo con -3,3%).

Intanto il commissario europeo agli Affari economici Olli Rehn ribadisce la nuova proposta della Commissione Ue, secondo cui i paesi potrebbero avere più tempo “sugli obiettivi di deficit, se effettuano gli sforzi strutturali richiesti”.

Focus tra i settori europei sul mercato delle auto, dopo i dati relativi alle immatricolazioni, scivolate al minimo dal 1990. Sullo sfondo, occhio all’alert lanciato dal co-amministratore delegato della banca danese Saxo Bank, che ha affermato che “the whole thing is doomed”, ovvero che “tutto è spacciato”, aggiungendo che il recente balzo dell’euro “è illusorio e che la valuta è destinata a fallire, in quanto l’Europa non l’ha sostenuta attraverso una Unione fiscale.

Indice di riferimento dell’azionario europeo Stoxx Europe 600 +3,4% da inizio anno, nel pomeriggio segna un incremento +0,8%, ed è in rialzo per la prima volta in quattro sedute- Il benchmark è scambiato a un valore pari a 12,4 volte rispetto agli utili attesi, in crescita rispetto alle 9 volte del settembre del 2011, stando ai dati raccolti da Bloomberg.

Delle 600 società scambiate sull’indice Stoxx 600 che hanno riportato finora i risultati di bilancio dallo scorso 8 gennaio, il 54% circa ha superato le attese degli analisti; Bloomberg prevede che l’utile per azione delle stesse avanzerà +6% quest’anno dopo il +0,6% del 2012. Bassi comunque i volumi di scambio, in calo -30% rispetto alla media degli ultimi trenta giorni.

Conto alla rovescia per le elezioni politiche in Italia. Il ministro degli esteri tedesco, Guido Westerwelle, invita gli elettori a fare nella cabina elettorale “una scelta europeista” e avverte sui pericoli di una vittoria di Silvio Berlusconi.

Le dichiarazioni arrivano all’indomani dello stesso alert lanciato da Credit Suisse, che in un rapporto ha scritto che lo scenario peggiore per i mercati sarebbe una vittoria dell’ex premier.

Tra le storie societarie di rilievo in Europa, si mette in evidenza la casa produttrice di yogurt numero uno al mondo, Danone, le cui quotazioni registrano il balzo più forte dal maggio del 2010 dopo l’annuncio di tagli al personale.

Riguardo ai mercati asiatici, male la performance dell’indice azionario cinese,lo Shanghai Composite Index, che ha registrato la perdita più sostenuta delle ultime cinque settimane, ovvero dallo scorso 11 gennaio, perdendo -1,6%. Timori sulla possibilità che il governo introduca misure per tagliare i prezzi degli immobili.

Da segnalare comunque che l’indice di Shanghai è salito +22% dal minimo degli ultimi tre anni testato lo scorso 3 dicembre, sulla scia delle speranze di un’accelerazione della crescita.

BTP – Lo spread Italia-Germania a 10 anni piatto a fronte di tassi a 10 anni in calo -0,15% al 4,39%.

ALL’INTERNO DEL FTSE MIB – A Piazza Affari, attenzione sul titolo Fiat, che chiude negativo dopo il calo -12% delle immatricolazioni in Europa nel mese di gennaio. Perdita -1,56%. Bene invece i bancari e in particolare MPS e Pop Emlia (che fanno nell’ordine +3,84% e +4,15%)

Focus anche su Telecom Italia, -0,40% dopo la decisione del CdA di trattare in via esclusiva con Cairo per la cessione di La7. TI Media reagisce male alla notizia e perde terreno. Titolo Cairo corre invece in borsa.

Monte dei Paschi di Siena continua a far parlare di sé, sia per le nuove indiscrezioni sui legami con il Pdl che riguardo alle perquisizioni nelle abitazioni dell’ex presidente Giuseppe Mussari e dell’ex direttore generale Antonio Vigni. Il titolo comunque è positivo con +3,14%, insieme ad altri bancari, come Bper +2%, BPM +2,72%, Unicredit +1,99%, Ubi Banca +1,64%, Intesa SanPaolo +1,54%. Buy sui titoli del lusso, Tod’s +2,79%, Ferragamo +4%. Molto bene anche Mediaset, +4%.

Anche Finmeccanica osservata speciale per lo scandalo delle tangenti pagate dall’amministratore delegato, ora ex, Giuseppe Orsi, finito in manette. Titolo +0,95%.

ALTRI MERCATI – In ambito valutario, l’euro +0,09% a $1,3363, mentre dollaro/yen -0,43% a JPY 93,55. Da segnalare, stando a quanto riporta Bloomberg, che l’euro è salito +8,2% negli ultimi sei mesi contro il dollaro, toccando il massimo dallo scorso 14 novembre del 2011 il primo febbraio di quest’anno. Nella sessione odierna, attenzione al possibile ritorno della volatilità.

Quanto alle commodities, i futures sul petrolio -0,07% a $95,79, quotazioni oro -0,05% a $1.608,70.

________________________________________

TRA GLI HIGHLIGHT DI GIORNATA

Telecom/ Telco svaluta quota da 1,5 euro a 1,2 euro per azione.

Moneta alternativa all’euro: in Emilia Romagna sbarca l’emiro.

TI Media/ Bernabè:Spero chiudere con Cairo su La7 in 2 settimane.

A giudizio ex ad Cimoli e Mengozzi..

A processo gli ex ad di Alitalia.

Crisi: Rehn, Mutualizzazione Rischio Legata A Cessione Sovranita’.

Abi: Tassi Di Interessi Aumentano Sui Prestiti In Calo Sui Depositi.

Mutui: Abi, tasso medio sale al 3,75%.

Banche/ Abi:Impieghi ancora giù, a gennaio -1,4%. Raccolta +2,5%.

Banche/ Abi: A gennaio impieghi a imprese toccano minimi (-3,3%).

Ue/ Mercato unico, Italia prima per infrazioni ma in recupero.

Borsa, Europa in rialzo a metà seduta: Milano +0,94% con banche e lusso.

Mps: Operazione Con Nomura Antieconomica Su Cds E Margini Di Garanzia.

Euro, non è vero che la gente vuole uscire.

Scandalo Finmeccanica mette nei guai Cameron e UK.

Danone: Presto Licenziati 900 Dipendenti In Europa.

L’Europa si prepara a un boom del gas di scisto.

Borsa: europee invertono la rotta, Milano +0,66%.

Sorin: Acquisita Societa’ Brasiliana Alcard Industria Mecanica.

Fiat: In Europa+efta Quota Mercato Gennaio Sale A 6,6% Su Base Mensile.

Telecom: Ti Media -7% in Borsa dopo esclusiva a Cairo.

Borsa, Piazza Affari apre in calo: Ftse Mib -0,20%.

Mai così poche auto vendute in Europa da 23 anni.

Borsa: Asia contrastata, debole Tokyo con rafforzamento yen.

Crisi: Spread Btp-bund A 277 Punti. Rendimento Decennale Al 4,40%.

Borsa: Tokyo chiude in flessione, Nikkei -0,31%.

leverage di $200 miliardi e guadagni (o perdite) di 5-6 miliardi sono la norma, nel portafoglio derivati su crediti sintetici. Quindi per vincere sulle lobby bancarie e per non essere continuamente manipolati vi invitiamo – trader, gestori e promotori finanziari della famiglia di WSI – ad essere più sofisticati, piu’ aggressivi, preparati, tecnici, e soprattutto flessibili in un mercato pieno di trappole ma anche di enormi opportunita’. Questo è il vostro spazio per operativita’, commenti flash e strategie di trading. Fatevi sotto.