Borsa Milano chiude poco sopra la parità, prevale la cautela

4 Agosto 2014, di Redazione Wall Street Italia

MILANO (WSI) – Chiusura contrastata per le Borse europee, nonostante la notizia del salvataggio del Banco Espirito Santo da parte del governo portoghese. Alla fine i timori per la crescita dell’economia della zona euro sono tornati a pesare sui mercati, che cosi’ hanno rallentato il passo. Piazza Affari chiude la seduta poco sopra la parità. L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,09% a quota 20.381 punti mentre il Ftse Italia All Share ha segnato un +0,05% a 21.599 punti.Euro sopra 1,34 dollari.

Parigi e’ salita dello 0,47%, mentre Francoforte ha lasciato sul parterre lo 0,61%. Lisbona ha guadagnato lo 0,98%

A Piazza Affari sono andate male le azioni di alcune blue chips come Wdf (-2,5%), penalizzata da alcuni giudizi critici degli analisti, Tod’s (-2,9%) e Ferragamo (-3,4%). Sono inoltre state vendute alcune azioni bancarie, come Banco Popolare (-1,9%) e Mps (-1,1%), mentre sono state premiate quelle di Intesa Sanpaolo (+1,4%), ancora in festa per i conti del semestre. Telecom Italia (+1,4%) ha messo il turbo, dopo la notizia che la Banca centrale cinese ha rilevato il 2% del capitale. L’istituto, che detiene il 2% di Eni ed Enel, nei giorni scorsi ha inoltre comprato il 2% di Prysmian (-1,7%) e Fiat (-0,6%).

Sul fronte dei cambi, l’euro passa di mano a 1,3417 dollari (1,3430 venerdi’ sera) e a 137,51 yen, mentre il biglietto verde vale 102,66 yen. Il petrolio Wti e’ in rialzo dello 0,2% a 97,97 dollari al barile.

Si restringe in chiusura lo spread tra BTp e Bund. Al termine di una seduta tutta in territorio positivo il differenziale di rendimento del decennale benchmark italiano si e’ attestato a 156 punti nei confronti del Bund di pari durata, con una flessione di 5 punti base rispetto al riferimento di venerdi’ scorso.

Il rendimento dei titoli decennali italiani scende al 2,70% dal 2,72% della vigilia. Seduta positiva anche per gli altri Paesi periferici dell’Eurozona, con la Spagna che guadagna terreno e vede lo spread contro Germania sulla scadenza decennale scendere a 136 punti base con un rendimento del Bono decennale al 2,50%.

Il focus è concentrato sul salvataggio del gruppo finanziario banco Espirito Santo e sul report occupazionale Usa. La crescita di posti di lavoro in luglio è stata inferiore alle previsioni. Il Portogallo fornirà all’istituto di credito travagliato un ??aiuto da 4,4 miliardi di euro. Le attività tossiche verranno confluite in una bad bank creata appositamente.

Bank of America ha avvisato del rischio dell’inizio di un trend negativo per il settore bancario in Europa.

Secondo gli analisti asiatici, il mercato azionario globale è “sempre più impostato per una correzione”, ha detto a Bloomberg Koichi Kurose, chief market strategist di Resona Bank, sottolineando che la ripresa Usa non sta prendendo slancio.

Il primo agosto l’indice di riferimento della regione Asia Pacifico ha subito un calo in settimana per la prima volta nelle ultime tre settimane. Il Dow Jones ha chiuso venerdì la due sedute peggiore da molto tempo a questa parte.
[ARTICLEIMAGE]