BORSA MILANO: A META’ MATTINA RECUPERA SUI MINIMI

12 Gennaio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari recupera sui minimi a metà mattina e riesce a ridimensionare le perdite del Mibtel a -0.67% dopo un iniziale -1,53%. Il mercato resta comunque in fase di assestamento, muovendosi in linea con i maggiori listini europei, con scarsissimi spunti che emergono fra le blue chips.

Vediamo infatti un cauto recupero di Enel (+0,71%), ma anche progressi nel settore finanziario, con guadagni attorno all’1% per Rolo, Ras e Alleanza. San Paolo Imi cresce dell’1,76% sulle voci di una possibile aggregazione con Unicredit, che però perde lo 0,63%.

Dopo le indiscrezioni e le smentite di un ingresso di Popolare Milano nel trading on line, in attesa della conferenza stampa pomeridiana del suo direttore generale, il titolo è in ribasso dell’1,97%. Banca Profilo rimane sospesa al rialzo dopo l’annuncio delle iniziative Internet: era rientrata temporaneamente in contrattazione ma è stata di nuovo sospesa con un deciso +18,67%.

Deboli i telefonici con Tecnost che tiene a +0,90%, Olivetti che cede lo 0,97% e Tim in ribasso dell’1,25%. Occhi puntati sulle azioni risparmio di Telecom che, contrapposte alle ordinarie che perdono lo 0,43%, salgono dello 0,70% sopra la quota dell’opa (offerta pubblica di acquisto).

Sono arrivati i realizzi su Mediaset (-1,77%) nonostante l’annuncio della stima degli utili per il 1999 maggiore di quelli dell’anno precedente, l’ipotesi della creazione di un network europeo sulla scia dell’internet tv Usa e il prossimo avvio del fondo di venture capital.

Tra gli industriali Fiat -0,75%. Pirelli -1,21%. Finmeccanica -2,38%. E’ come se il mercato fosse congestionato e cercasse con difficoltà una nuova direzione dopo la forte volatilità delle ultime sedute, sottolinea un analista. Importante, come al solito, sarà vedere l’apertura di Wall Street e attendere i dati economici Usa di domani e venerdì.