Boris Johnson: “Ue è stata idea nobile, ma ora non più giusta”

24 Giugno 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Parla finalmente lui, Boris Johnson, ex sindaco di Londra, fermo sostenitore dello scenario Brexit, tra i più accesi sostenitori del fronte “Leave”, “Lascia”, dunque di un Regno Unito fuori dall’Unione europea. E ovviamente, visti i risultati, non nasconde la propria soddisfazione, anche i suoi toni rimangono “british”. Prima di lui ha esultato il leader dell’UKIP Nigel Farage, che ha parlato di Independence Day, ovvero di Giorno dell’Indipendenza, per il paese.

Johnson – che aveva paragonato l’Ue addirittura ad Adolf Hitler – ha spiegato la vittoria del fronte Leave affermando che era arrivato ormai il momento, per il popolo britannico, di riprendere il controllo del Regno Unito. Così Johnson:

L’Ue è stata un’idea nobile, ma ora non è più giusta per questo paese”.

Nel rivolgersi ai giovani britannici che hanno votato il fronte “Remain”, sperando che il Regno Unito rimanesse nel blocco, Johnson ha lanciato un messaggio di incoraggiamento:

“Per chi sta provando ansia, qui e all’estero, ciò (scenario Brexit) non significa che il Regno Unito sarà in alcun modo meno unito, né che sarà meno europeo. E voglio parlare ai milioni di persone che non hanno votato a favore di questo risultato, specialmente ai giovani, che potrebbero credere che questa decisione in qualche modo implichi la creazione di ponti o di una qualsiasi forma di isolazionismo, perchè ritengo che accadrà l’esatto contrario”.

Di fatto:

“Noi non possiamo voltare le spalle all’Europa, noi facciamo parte dell’Europa. I nostri figli e i nostri nipoti continueranno a beneficiare di un futuro meraviglioso in quanto europei, viaggeranno nel Continente, capiranno le lingue e le culture che forgiano quanto abbiamo in comune”.

Toni molto più pacati, quelli di Boris Johnson, rispetto a quelli della campagna referendaria. Tanto che sottolinea che non c’è neanche fretta di lasciare l’Ue, anche se il processo per lasciare il blocco deve comunque iniziare.