Bonus 200 euro, al via le domande per le partite Iva. Cosa c’è da sapere

26 Settembre 2022, di Mariangela Tessa

A partire da oggi, 26 settembre, alle ore 12 e fino al 30 novembre 2022, i lavoratori autonomi iscritti all’Inps e i professionisti associati alle Casse di previdenza private potranno richiedere sui siti dei propri enti pensionistici l’indennità da 200 euro prevista dal decreto Aiuti di maggio.

Il disco verde è arrivato sabato con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto interministeriale Lavoro-Mef che ha definito le regole per l’attribuzione del beneficio previsto dal decreto Aiuti di maggio.

A chi è rivolto

L’indennità riguarda varie categorie di lavoratori, elencate sul sito dell’Inps. I lavoratori dipendenti, i pensionati e i titolari di reddito di cittadinanza hanno già ricevuto il bonus a luglio. Ora, invece, tocca a:

  • lavoratori autonomi occasionali;
  • stagionali;
  • ai co.co.co;
  • lavoratori dello spettacolo, del settore agricolo;
  • coloro che fanno vendite a domicilio con partita IVA.

Queste categorie devono presentare domanda all’Inps attraverso il servizio dedicato o alle casse previdenziali private di appartenenza. Per accedere all’indennità è necessario aver effettuato “entro la data di entrata in vigore del decreto-legge 17 maggio 2022 almeno un versamento, totale o parziale, per la contribuzione dovuta alla gestione di iscrizione per la quale è richiesta l’indennità con competenza a decorrere dall’anno 2020”. Il bonus spetta a chi nel 2021 ha guadagnato meno di 35 mila euro.  Questo è calcolato:

  • al netto dei contributi previdenziali ed assistenziali;
  • ed escludendo dal computo i trattamenti di fine rapporto, il reddito della casa di abitazione e le competenze arretrate assoggettate a tassazione separata.

La settimana scorsa, intanto, l’Adepp, l’Associazione delle Casse previdenziali private, vista la novità del bonus aggiuntivo di 150 euro per i liberi professionisti con redditi dai 20.000 euro in giù percepiti nel 2021, ha fatto sapere che gli Enti “sono pronti ad aggiornare la procedura informatica allestita per la richiesta” del sussidio da 200 euro, “tenendo conto del doppio ‘tetto’ reddituale dei potenziali aventi diritto”. Di conseguenza, coloro che rientrano nei parametri reddituali per beneficiare dell’ultimo sostegno riceveranno 350 euro.

Come fare domanda per il bonus 200 euro

Le domande devono essere presentate entro il 30 novembre esclusivamente con procedura telematica, attraverso la propria posizione personale sul sito dell’Inps o quella dell’istituto di previdenza di appartenenza. Nel caso in cui il soggetto interessato sia iscritto contemporaneamente all’Inps e ad un altro istituto di previdenza, l’istanza per ottenere il bonus dovrà essere presentata esclusivamente all’Inps.