Bollette: come funziona la rateizzazione

24 Ottobre 2022, di Alessandra Caparello

La crisi energetica in corso e il caro vita conseguente sta rendendo sempre più difficile per i consumatori riuscire a pagare le bollette per le forniture di casa. Esiste la possibilità, mai così importante come in questo momento storico, di chiedere la rateizzazione. Vediamo come funziona.

I requisiti per la reteizzazione delle bollette

Come sottolinea l’Arera sul suo sito, i clienti del servizio di tutela possono chiedere di pagare a rate le bollette di importo superiore a 50 euro quando:

  • la bolletta contiene un ricalcolo per consumi effettivi, ed è superiore al doppio dell’importo più alto fatturato nelle bollette su consumi stimati che l’hanno preceduta. Questo caso non vale se la fatturazione è mensile, o se la differenza fra l’importo fatturato con ricalcolo e quello delle precedenti bollette stimate è dovuta solo alla variazione stagionale (estate/inverno) dei consumi del cliente. Ad esempio, dopo aver ricevuto due bollette stimate di 28 e 30 euro, il cliente può chiedere la rateizzazione della successiva bolletta con ricalcolo se questa supera i 60 euro. Se però il maggiore importo è dovuto all’aumento dei consumi per l’entrata in funzione del riscaldamento, il venditore non è obbligato a concedere la rateizzazione;
  • è stato accertato un malfunzionamento del contatore e la bolletta include il pagamento di consumi non registrati dal contatore stesso;
  • il fornitore non ha rispettato, anche episodicamente, la periodicità prevista per l’emissione delle bollette;
  • l’utenza è dotata di contatore accessibile e la bolletta contiene un ricalcolo per consumi effettivi, a causa di una o più mancate letture;
  • il cliente è titolare di bonus gas ed è costituito in mora per il mancato pagamento di una o più bollette.

La possibilità di pagare a rate deve essere indicata nella bolletta rateizzabile o, per i clienti titolari di bonus gas morosi, nella comunicazione di costituzione in mora.
Le stesse condizioni si applicano anche ai clienti serviti nel mercato libero che sono titolari del bonus gas. Per gli altri clienti del mercato libero invece, la possibilità di rateizzare il pagamento della bolletta e i casi in cui si può ottenere è regolata dal contratto.

Per quanto riguarda la corrente elettrica, da SEN (Servizio Elettrico Nazionale) fanno sapere che se la tua bolletta è rateizzabile secondo l’ARERA, nella sezione INFORMAZIONI PER I CLIENTI, troverai il messaggio: “Posso rateizzare questa bolletta? Si, la bolletta può essere pagata a rate”.

L’Autorità stabilisce che:

  • l’importo da rateizzare deve essere maggiore di 50 euro;
  • si può richiedere la rateizzazione di una bolletta entro 10 giorni dalla sua scadenza;
  • le rate, non cumulabili, hanno una frequenza corrispondente al ciclo di fatturazione (ad esempio mensile, bimestrale); in ogni caso le rate non possono essere meno di due.

La bolletta è rateizzabile se rientra in uno dei seguenti casi:

  • La bolletta (effettiva, stimata o di rettifica) supera almeno del 150% l’importo medio delle fatture negli ultimi 12 mesi (250% per i clienti non domestici);
  • La bolletta è stata emessa dopo la sospensione del normale ciclo di fatturazione e supera almeno del 150% l’importo medio delle fatture degli ultimi 12 mesi (250% per i clienti non domestici);
  • Non è stata rispettata la periodicità di fatturazione;
  • La  bolletta  contiene  i  consumi  che  non  sono  stati  precedentemente  registrati  per  un  guasto  al  contatore  (il  guasto  del contatore non deve essere stato causato dal cliente);
  • La bolletta è la prima emessa dopo l’attivazione della fornitura ed è calcolata sulla base di letture che superano almeno del 150% l’autolettura comunicata dal Cliente prima della fatturazione o in caso di reclamo (250% per i clienti non domestici).

Inoltre sulla base della delibera Arera 636/2021, in caso di bolletta emessa dal 1° gennaio al 30 giugno 2022, non pagata e riferita a fornitura ad uso domestico, è possibile attivare un piano di rateizzo per un massimo di 10 mesi con importo della prima rata del 50% e il restante 50% suddiviso in rate successive di importo costante, senza l’applicazione degli interessi di mora o di dilazione. E’ possibile attivare un piano di rateizzo:

  • online dall’area clienti del sito SEN;
  • telefonando al servizio clienti al numero verde 800 900 800 da rete fissa nazionale, al numero 199 50 50 55 da cellulare, al costo applicato dal suo operatore telefonico.

Cosa succede se non si paga una rata entro la scadenza? In tal caso il piano di rateizzo sarà annullato e si dovrà pagare in un’unica soluzione l’importo residuo maggiorato degli eventuali interessi maturati.