Il Bitcoin è a un passo dai massimi storici

24 Novembre 2020, di Alberto Battaglia

Mentre scriviamo il Bitcoin ha abbondantemente superato la soglia dei 19mila dollari e punta dritto verso il massimo storico. Nelle ultime 24 ore, secondo quanto risulta dalla piattaforma CoinDesk, il rialzo della criptovaluta per eccellenza è stato del 4,82% a 19.251 dollari; per raggiungere il record toccato all’apice della grande speculazione del 2017 basterebbe un ulteriore rialzo del 2,1%.

Da inizio anno la performance del Bitcoin ha raggiunto il 170%, spinta in primo luogo dal grande allentamento monetario adottato in ogni parte del mondo per contrastare le ripercussioni economiche della pandemia. Avendo funzione, in primo luogo, di riserva di valore alla stregua di un “oro digitale”, il Bitcoin avrebbe beneficiato di questa fase dell’economia globale segnata dal Covid-19. E’ una nuova febbre, in questo caso speculativa.

“La principale differenza tra oggi e il rally del 2017”, ha spiegato a Cnbc Mati Greenspan, gestore di portafoglio e fondatore di Quantum Economics, “è che tre anni fai il mercato era guidato dalla speculazione dei piccoli investitori, e ora è trainata da società e miliardari”.

Inoltre il grande nome dei pagamenti online PayPal ha deciso di seguire le orme del competitor Square, annunciando la possibilità di utilizzare la piattaforma anche per comprare Bitcoin e (in un momento successivo) anche di consentirne l’utilizzo per le transazioni. Tradizionalmente, il Bitcoin ha avuto un impatto limitato come moneta utilizzata per le transazioni, al di fuori da realtà periferiche come il Venezuela (nelle quali le autorità monetarie hanno perso credibilità) o dal contesto degli acquisti illegali nel dark web. La scommessa, però, è che la criptovaluta possa ritagliarsi un ruolo crescente negli scambi, nonostante la sua volatilità renda piuttosto rischioso per gli esercenti accettarla come forma di pagamento. Del resto, la stabilità monetaria è da sempre in cima alle priorità delle banche centrali.

Secondo Pascal Gauthier, ceo di Ledger, società produttrice di hardware per le criptovalute, quest’ultimo rally del Bitcoin avrà vita più lunga rispetto al precedente: “Il Bitcoin ha raggiunto il riconoscimento di maturità da parte del mercato, rendendolo l’unica moneta che è sicuramente qui per restare”, ha detto Gauthier assicurando che “il 2021 sarà entusiasmante”.