Bitcoin: Miami sarà la capitale mondiale delle criptovalute, il piano di Suarez

24 Marzo 2021, di Mariangela Tessa

Miami sarà la prossima capitale mondiale dei bitcoin e delle criptovalute. È questo il piano a cui sta lavorando Francis Suarez, sindaco della città dal 2017, il cui obiettivo è rendere la città la più attraente negli Stati Uniti per l’industria delle criprovalute e blockchain. L’idea non solo ha reso Suarez popolare nella comunità crittografica, ma i suoi sforzi gli hanno anche iniziato ad attrarre fondi da parte di investitori tecnologici.

“Vogliamo cavalcare la prossima onda di innovazione”, ha detto in un’intervista al New York Times. Con questa idea in mente, Suarez ha detto di voler “rimodellare” l’immagine della città.

Dichiarazioni che si aggiungono a quelle rilasciate nelle ultime settimane: sotto la sua guida, infatti, Miami sta valutando la possibilità di permettere ai dipendenti comunali di essere pagati in bitcoin. Ma anche pagare le tasse e le imposte locali utilizzando criptovalute, nonché di investire i fondi della città in valute digitali.

Il sindaco Suarez non ha fornito una finestra temporale precisa su quando intende implementare questi cambiamenti. Per ora, Bitcoin 2021“, importante conferenza a tema crypto, ha annunciato che si sposterà da Los Angeles a Miami per la sua edizione di quest’anno.

Bitcoin prende fiato dopo un anno da record

Intanto, il prezzo del bitcoin continua nella fase discendete dopo aver sfondato, lo scorso 12 marzo, quota 61.000 dollari. Tuttavia, il passo dell’ultimo anno  è ancora da record, con la quotazione odierna, poco sopra i 55 dollari, che certifica un rialzo anno su anno del 750%.

Rialzi da capogiro favoriti da notizie positive rilasciate da note società riguardo agli asset digitali, che racchiudono tre messaggi principali: la volontà d’iniziare ad accettare i pagamenti in bitcoin in un prossimo futuro, lo sviluppo di servizi correlati alle cripto-valute e gli investimenti in bitcoin nei bilanci.

Il fenomeno non ha riguardato esclusivamente i servizi di pagamento forniti da aziende come Visa, Mastercard, Square o PayPal ma anche società leader d’innovazione come Tesla o Amazon.

La maturazione dell’ecosistema di mercato ha reso necessarie soluzioni di tipo istituzionale per il trading e la custodia degli asset digitali. Inoltre, sul mercato sono arrivati moltissimi prodotti ETP sul bitcoin, soprattutto in Europa ma anche in Canada.