Bitcoin &co. sotto assedio, bruciati $ 260 miliardi in una seduta

23 Aprile 2021, di Mariangela Tessa

Continua la fase discendete del Bitcoin, che buca la soglia dei 50 mila dollari dopo aver sfiorato quota 65 mila dollari a metà mese. Nelle ultime 24 ore la valuta digitale ha perso oltre il 10% circa del suo valore scendendo a 48.281,40 dollari. Male anche le altre valute digitali con Ethereum  sceso a $ 2.202, in calo di oltre l’11%: complessivamente il mercato delle ciptovalute ha spazzato via circa 260 miliardi di dollari di valore in un giorno.

Ad innescare le vendite, la notizia di drastico aumento delle tasse sulle plusvalenze dei redditi alti ventilata dall’amministrazione Biden. Una notizia che potrebbe rappresentare un problema per gli investitori in digital asset, che quest’anno hanno visto un guadagno del 70%. La norma americana già prevede che, qualora vengano detenuti per almeno un anno, le plusvalenze sui Bitcoin siano tassate.

Ma non solo. Le prese di profitto sono state alimentate dalle notizie in arrivo dalla Turchia, dove il gestore della piattaforma principale del Paese sarebbe sparito con 2 miliardi dei clienti.

Proprio ad Ankara, la Banca centrale pochi giorni fa aveva messo al bando le valute digitali. 

Gli analisti di eToro avevano recentemente avvertito su un potenziale ulteriore ribasso della criptovaluta, dopo il record di 64.870 dollari toccato il 14 aprile. “Sotto $50.000 il prossimo supporto sarebbe in area $43.800, dove passa il 61.8% di Fibonacci del rally che parte da area $10.000″ aveva spiegato Edoardo Fusco Femiano.

Bitcoin tra luci e ombre: inizio d’anno sull’ottovolante

Il calo dei prezzi degli ultimi giorni arriva dopo un inizio d’anno da record: il prezzo del bitcoin è aumentato del 71% mentre Ethereum ha registrato un rally del 200%.

Una corsa dovuta all’aumento degli acquisti di bitcoin da parte di investitori istituzionali. E anche da aziende come Tesla e Square, che hanno acquistato bitcoin per miliardi di dollari. Come se non bastasse, le banche stanno anche cercando di consentire ai propri clienti di essere coinvolti nel mercato dei bitcoin.

Tuttavia, le preoccupazioni per normative più restrittive sui bitcoin continuano a offuscare il mercato. Jesse Powell, CEO di un’importante piattaforma di trading di criptovalute chiamato Kraken, ha avvertito che in futuro i governi potrebbero adottare normative penalizzanti per l’uso di bitcoin e altre criptovalute.