Bitcoin a un passo dal nuovo record, toccata quota 63.200 dollari

19 Ottobre 2021, di Alberto Battaglia

Oggi, 19 ottobre, il Bitcoin ha raggiunto un massimo di giornata a 63.261 dollari secondo la piattaforma CoinDesk: sarebbe bastato un ulteriore incremento del +2,57% per raggiungere il record storico toccato lo scorso aprile.

Il rally dal Bitcoin ha preso forza nelle ultime settimane grazie alla crescente attesa nei confronti del primo Etf basato su future in Bitcoin: le aspettative sono state realizzate con il nulla osta della Securities and Exchange Commission lunedì. Oltre al prodotto di ProShares, peraltro, potrebbero essere autorizzati altri Etf analoghi nelle prossime settimane. Per tutti, comunque, non sarà previsto l’acquisto fisico di Bitcoin, ma solo dei derivati già scambiati su mercati regolamentati e, dunque, più facilmente vigilabili dalla stessa Sec. Per gli investitori in criptovalute non sembra un dettaglio rilevante, perché l’ingresso degli Etf su Bitcoin a Wall Street rappresenta un nuovo passo verso l’entrata nel mainstream delle criptovalute. Nella sostanza, però, la Sec non ha sdoganato il Bitcoin, ma ha circoscritto il perimetro dell’autorizzazione a prodotti già presenti sul mercato – i future su Bitcoin per l’appunto. Inoltre, in concomitanza con l’arrivo del nuovo Etf basato su future ha tenuto a sottolineare, via Twitter, che gli investitori “debbono assicurarsi di aver valutato con cura i potenziali rischi e benefici, prima di investire” in un fondo di questo tipo.

 

L’attesa dei nuovi Etf ha anche fatto riprendere fiato alla cosiddetta dominanza del Bitcoin, ossia il rapporto fra la capitalizzazione di questa moneta in rapporto al totale delle criptovalute. Dopo un punto basso toccato intorno a metà settembre la dominanza del Btc è passata dal 40 al 47%. L’affermazione di tutte le altre alt-coin però resta evidente, se si considera che il Bitcoin rappresentava il 72% della capitalizzazione complessiva del settore a inizio anno.

La volatilità della moneta digitale per eccellenza è stata elevata anche in questo 2021: al momento la performance da inizio anno è intorno al 115%, ma nel corso dei mesi la moneta è arrivata prima a superare quota 64mila dollari, ad aprile, per poi cedere oltre metà di quel valore, a luglio. Nello stesso periodo l’affermazione di Ethereum è stata ben più netta, con una performance da inizio anno del 414%, trainata dal proliferare delle applicazioni che si basano sul protocollo di questa blockchain.