Bill Gates: per il Covid il peggio potrebbe ancora arrivare

3 Maggio 2022, di Alessandra Caparello

La lotta al Covid cambia il passo ma per Bill Gates le sorprese non sono finite. Dal 1° maggio nel nostro paese il green pass non sarà più obbligatorio in molti settori così come l’obbligo di indossare le mascherine. L’emergenza è finita? Ebbene secondo Bill Gates “il peggio” potrebbe ancora arrivare.

Dopo più di due anni di pandemia da Covid-19, molti stanno abbassando la guardia ma la pandemia non è ancora finita e, avverte Bill Gates non finirà qui.

“Siamo ancora a rischio che questa pandemia generi una variante che sarebbe ancora più trasmissiva e ancora più fatale”, ha detto domenica al Financial Times il miliardario cofondatore di Microsoft e famoso filantropo. “Non è probabile, non voglio essere una voce di sventura, ma vi è un 5% di rischio e oltre che di questa pandemia non abbiamo ancora visto il peggio”.

Nuovi casi di Covid, alimentati dalla sottovariante BA.2 del ceppo Omicron di Covid, stanno attualmente crescendo in tutti gli Stati Uniti. La media di sette giorni di nuovi casi giornalieri negli Stati Uniti è arrivata a 54.429 da domenica, secondo i dati della Johns Hopkins University, un aumento del 9% rispetto alla settimana precedente, con casi in crescita in 39 stati in quel lasso di tempo. In Italia l’ultimo bollettino ha rilevato 18896 nuovi casi e 124 decessi con 122.444 tamponi processati e tasso di positività che sale al 15,4%.

Le parole di Gates arrivano a distanza di qualche giorno da quelle di Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’OMS, secondo cui le persone dovrebbero comunque continuare a proteggersi dal virus nonostante le minori restrizioni da parte di molti Paesi che stanno lasciando il mondo al rischio di una recrudescenza delle infezioni.

La circolazione del virus è molto forte e il che mostra come il Covid sia ancora in agguato come nota Gates,  secondo cui potrebbe potenzialmente mutare di nuovo, risultando in un ceppo di maggiore preoccupazione.

Future pandemie? Ecco come gestirle secondo Bill Gates

Per Gates, una lezione che arriva oggi dalla pandemia è che la pianificazione preventiva e le misure di protezione potrebbero aiutare il mondo a gestire meglio le future pandemie. È il concetto centrale del suo prossimo libro, “How to Prevent the Next Pandemic”, che sarà pubblicato entro quest’anno. Una buona proposta, continua il fondatore di Microsoft, è che l’Organizzazione Mondiale della Sanità lanci un team di sorveglianza globale, composto da esperti che possano individuare rapidamente nuove minacce per la salute in tutto il mondo e coordinarsi rapidamente con i governi globali per evitare che le malattie future diventino pandemie.

Gates, che ha etichettato la sua task force proposta come l’iniziativa “Global Epidemic Response and Mobilization” (GERM), ha detto al Financial Times che l’idea richiederebbe un significativo investimento finanziario da parte dell’OMS e dei suoi paesi membri al fine di creare un team globale di esperti, tra cui epidemiologi e virologi, e dare loro gli strumenti necessari per identificare e contenere proattivamente future epidemie.

Si tratta di un piano che Gates ha precedentemente fatto presente alla conferenza TED 2022 in aprile, dove ha notato che l’OMS avrebbe probabilmente bisogno di spendere più di 1 miliardo di dollari all’anno per un tale team di risposta globale. Senza dubbio costoso, ma il costo di un’altra pandemia potrebbe essere molto più grande avverte.

 

A tal proposito il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha stimato che la pandemia di Covid costerà all’economia globale oltre 12,5 trilioni di dollari entro il 2024. Ad oggi più di 6,2 milioni di persone sono morte nel mondo a causa del coronavirus secondo l’OMS, e Gates ha ripetutamente detto negli ultimi anni che il mondo non era adeguatamente preparato per questa pandemia.

“Mi sembra assurdo non guardare a questa tragedia e non fare investimenti in nome dei cittadini del mondo”, ha detto Gates al Financial Times domenica. “Dobbiamo spendere miliardi per salvare trilioni”.

Tra il team GERM proposto e altri suggerimenti dal suo prossimo libro – tra cui combattere la disinformazione e rendere i vaccini più accessibili a livello globale – Gates ha detto che il suo obiettivo per il 2022 è “fare in modo che il Covid-19 sia l’ultima pandemia”. Infine  il miliardario si è detto ottimista sul fatto che il coronavirus sarà più gestibile entro questa estate e a gennaio, idealmente, la maggior parte sarà alla fine in grado di gestire il Covid come “l’influenza stagionale”.