BIALETTI DELIBERA LA QUOTAZIONE

12 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Milano, 12 apr – L’assemblea degli azionisti di Bialetti Industrie S.p.A., riunitasi sotto la presidenza di Francesco Ranzoni, ha deliberato di avviare le procedure per l’ammissione alla quotazione in Borsa. E’ stato conferito incarico di Sole Global Coordinator, bookrunner e sponsor a UniCredit Markets &Investment Banking per la quotazione. I ricavi netti del Gruppo nel 2006 hanno raggiunto 208,4 milioni di euro in crescita del 10,2% rispetto all’esercizio 2005 ripartiti tra il settore Houseware, caffettiere e strumenti da cottura (91%) e piccoli elettrodomestici (9%). I ricavi sono realizzati in Italia per il 51%, in Europa per il 26%, in Nord America per il 18% e per il 5% nel resto del mondo; l’EBIT è pari a 14,3 milioni di euro (5.7 milioni di euro al 31/12/2005). Il bilancio 2006 ha chiuso con un utile netto consolidato di 2,5 milioni. Bialetti Industrie S.p.A. – nata nel 2002 dalla fusione di Alfonso Bialetti & C. con Rondine Italia – controlla marchi di lunga tradizione e particolare notorietà come Bialetti, Rondine, Girmi, Aeternum e CEM.