BERLUSCONI JR TIFERA’ PER LA RAI

15 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 15 mag – Il giorno dopo la conclusione dell’operazione che ha portato il 75% di Endemol sotto il controllo di Mediaset, Piersilvio Berlusconi, visto da molti come uno dei protagonisti della vicenda, “si concede” alla stampa italiana. “Tiferò anche per la Rai, che male c’è?” Queste le parole del vicepresidente Mediaset, intervistato da Repubblica: “Da qui in avanti farò il tifo affinché la Rai abbia un programma Endemol di successo in più e non certo uno in meno. E’ – spiega Berlusconi – una grande operazione che guarda al futuro, su scala internazionale, portata al successo da una squadra di giovani manager”. Il figlio del Cavaliere esprime poi apprezzamento per “le parole del premier Prodi e quelle del ministro Gentiloni sull’importanza di un’operazione simile per un’azienda italiana”, definendole “un bel segnale”. Sulle pagine di un altro quotidiano, La Stampa, Berlusconi spiega: “Avevamo immaginato che potessero esserci le polemiche, speriamo solo che durino pochi giorni e che si valuti questa acquisizione in una logica industriale e finanziaria, non sotto altri aspetti”. Berlusconi precisa inoltre che da ora in poi “indipendenza è la parola chiave” e si augura che “la Rai non faccia scelte penalizzanti”, rinunciando “ad acquisire format perché ora Endemol è partecipata da Mediaset”. Il vicepresidente Mediaset conferma che il management della società continuerà a “lavorare in maniera autonoma” e spiega che “l’obiettivo è di creare valore”. “Mediaset – afferma – acquisisce un leader internazionale e lo fa con soci di grande rilievo assicurando un azionariato stabile. Questa non è un’operazione mordi e fuggi. La gestione della società sarà rispettosa di un management che ha dimostrato essere di successo”.