Berlusconi incita i suoi: “se mi arrestano fate la rivoluzione”

16 Luglio 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Silvio Berlusconi chiede di fare la rivoluzione in caso di un suo eventuale arresto.

“Cristo”, se verrò arrestato “spero abbiate il coraggio di fare una rivoluzione”, ha dichiarato l’ex presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, rivolgendosi ai simpatizzanti di Forza Italia nel corso di una assemblea alla Camera degli amministratori locali azzurri.

“Per me sarebbe facile andare da un’altra parte – ha detto Berlusconi – ma ho un senso di responsabilità che mi frega. Questa responsabilità mi porta ad affrontare le ire della sinistra e le azioni di qualche pm che mi potrebbero non far essere più libero. Cristo – ha detto ancora Berlusconi rivolgendosi alla platea degli amministratori azzurri tra gli applausi scroscianti -, se così dovesse essere, spero abbiate il coraggio di fare una rivoluzione”.

Berlusconi è stato condannato in primo grado a tre anni per concorso in corruzione nel processo sulla compravendita di senatori che riguarda la somma elargita a De Gregorio (ex Italia dei Valori) per passare all’opposizione sotto il governo Prodi. Ma il reato verrà prescritto in novembre.

Il tre volte premier è stato condannato in via definitiva per evasione fiscale a quattro anni di detenzione (di cui tre beneficiati dall’indulto). La sentenza della Cassazione dell’agosto del 2013 ha segnato la prima volta in cui Berlusconi ha subito una sentenza di condanna passata in giudicato.

(DaC)