Berkshire Hathaway, boom di liquidità per la holding di Warren Buffett

7 Novembre 2022, di Mariangela Tessa

Nonostante i crescenti timori di recessione, Berkshire Hathaway ha archiviato un terzo trimestre con utili operativi in crescita a due cifre. La holding che fa capo a Warren Buffett, i cui investimenti sono molteplici e spaziano dalle assicurazioni, passando per le ferrovie fino ad arrivare all’hi-tech, ha chiuso il terzo trimestre 2022 con utili per 7,761 miliardi di dollari, in aumento del 20% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Nonostante la crescita degli utili operativi, il trimestre di Berkshire si è chiuso con una perdita netta di $ 2,69 miliardi nel terzo trimestre, contro un guadagno di $ 10,34 miliardi dell’anno prima. La perdita trimestrale è stata in gran parte dovuta a un calo degli investimenti azionari, in una fase di debolezza del mercato.

In crescita, infine, la liquidità: a fine settembre ammontava a quasi 109 miliardi di dollari, rispetto a un totale di 105,4 miliardi di dollari alla fine di giugno. Ricordiamo, a questo proposito, che Berkshire Hathaway sta rapidamente diventando uno dei principali beneficiari del forte aumento dei tassi di interesse negli Stati Uniti. Gli interessi che la società guadagna sulla sua somma di 109 miliardi di dollari sono quasi triplicati rispetto all’anno scorso.

Nello stesso periodo, Berkshire ha proseguito nelle operazioni di buy-back. Il gruppo ha speso 1,05 miliardi di dollari in riacquisti di azioni  proprie, portando il totale dei nove mesi a 5,25 miliardi di dollari. Il ritmo del riacquisto è stato in linea con il miliardo di dollari del trimestre precedente.

Da inizio anno, le azioni del conglomerato di Buffett hanno sovraperformato il mercato con le azioni di Classe A in calo di circa il 4% rispetto al 20% dello S&P 500. Il titolo è sceso dello 0,6% nel terzo trimestre.

Buffett continua a investire in Occidental Petroleum

Nel frattempo, Buffett ha continuato ad approfittare delle prese di beneficio su Occidental Petroleum per fare acquisti: nel terzo trimestre, la partecipazione di Berkshire nel colosso petrolifero ha raggiunto il 20,8%. Ad agosto, Berkshire ha ricevuto l’approvazione normativa per l’acquisto fino al 50%, stimolando la speculazione che alla fine potrebbe acquistare tutta la Occidental con sede a Houston.