Bank of America taglia stime S&P 500, ecco il target di fine anno

10 Settembre 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – “Il peggio è probabilmente alle spalle, ma la strada è ancora piena di ostacoli”. Così Savita Subramanian, strategist di Bank of America Merrill Lynch, commenta la recente tempesta azionaria che si è abbattuta nelle ultime settimane sui mercati, complici i problemi cinesi.

“Il mercato è entrato in una fase di dipendenza da dati macro”, aggiunge l’esperto, lasciando intendere che lo S&P 500 continuerà a mantenere un andamento altalenante fino a segnali più chiari di stabilizzazione.

Nel frattempo, la view sull’indice di Borsa americano diventa più cauta: per fine anno, l’esperto della banca americana ha fissato un target di 2.100 punti in ribasso rispetto ai 2.200 punti previsti in precedenza. Si tratta comunque di un obiettivo che implica un aumento del 7,7% rispetto ai valori attuali.

“La questione chiave è se il rallentamento dei paesi emergenti peggiorerà e finirà per travolgere i paesi industrializzati” dice l’esperto, sottolineando che finora la crescita delle economie sviluppate è stata frenata dalla debolezza della zona euro, mentre per gli Stati Uniti il Pil stimato per quest’anno si aggira intorno a +3%.

(mt)