Banco Popolare, accordo per cessione Factorit alla Popolari di Sondrio e Milano

di Redazione Wall Street Italia
26 Febbraio 2010 08:50

(Teleborsa) – Gli Organi Amministrativi di Banca Popolare di Sondrio, Banca Popolare di Milano, Banco Popolare e Banca Italease hanno oggi approvato la compravendita del 90,5% del capitale di Factorit spa. La società, attualmente detenuta al 100% dal Gruppo Banco Popolare, è stata fondata nel 1978 da banche popolari; opera nell’anticipazione e nell’incasso di crediti commerciali e nei servizi connessi ed è, per volumi lavorati, il quarto operatore nazionale di settore. Segnatamente, l’accordo prevede che la Banca Popolare di Sondrio acquisti il controllo della società con una quota del 60,5% del capitale, mentre Banca Popolare di Milano ne rilevi il 30%. Il restante 9,5% resterà nell’ambito del Gruppo Banco Popolare. Il prezzo è stato fissato dalle parti sulla base di un valore della società di euro 170 milioni, che prende come riferimento il patrimonio netto 2009. Gli esborsi da parte di Popolare Sondrio e di Popolare Milano saranno quindi, rispettivamente, di circa euro 103 milioni ed euro 51 milioni. Immediatamente dopo la firma del contratto e prima del trasferimento delle azioni gli acquirenti svolgeranno una due diligence confirmatoria su Factorit. L’operazione sarà soggetta alla preventiva autorizzazione da parte delle Autorità competenti. Factorit costituisce lo strumento operativo per fornire supporto al mondo delle imprese nell’ambito delle attività di finanziamento e di incasso di crediti domestici e internazionali. L’accordo risponde, quindi, alla volontà di dotare le tre banche popolari di una società attiva nel factoring e nei correlati servizi, in grado di competere attivamente sul mercato, anche a beneficio delle numerose banche convenzionate.