Banco di Sardegna, nel 2009 scende utile netto, CdA propone dividendo

15 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il Consiglio di Amministrazione del Banco di Sardegna ha approvato oggi il bilancio consolidato della sub-holding (Banco di Sardegna e società controllate) e il progetto di bilancio individuale riferiti al 31 dicembre 2009. I risultati dell’esercizio evidenziano un buon incremento degli aggregati patrimoniali ed un apprezzabile risultato netto, nonostante il perdurare della crisi economica, si legge nella nota diffusa dalla società. L’ utile netto consolidato 2009 a 53,7 milioni di euro, contro i 65,4 milioni del 2008 (-17,9%). Il margine d’intermediazione si attesta a 477,5 milioni di euro, contro i 488,3 (-2,2%). Gli impieghi con clientela ordinaria crescono del 2,5% (9.740 milioni di euro a raffronto con i 9.504 del 31 dicembre 2008). La raccolta diretta da clientela perviene a 11.667 milioni, in crescita del 7,1% rispetto ai 10.899 milioni del dicembre 2008. Il Consiglio di Amministrazione del Banco di Sardegna ha proposto distribuzione di dividendi: 0,43 euro per ogni azione di risparmio, 0,40 euro per ogni azione privilegiata, 0,37 euro per ogni azione ordinaria.