Banche tentano di arginare perdite, svetta Montepaschi

19 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – I bancari pongono un freno alle vendite, cercando di contenere i danni del ciclone Goldman Sachs. Infatti, il settore era già capitolato venerdì scorso, in scia alla notizia che la SEC ha aperto una inchiesta sulla banca d’affari USA per frode, a causa della scorretta gestione dei mutui subprime. Questa mattina l’offerta domina ancora il comparto, ma emerge qualche segno di recupero selettivo. L’indice Stoxx bank europeo limita la flessione entro l’1%, di riflesso all’upgrade di Nomura sul settore a “bullish” da “neutral”. Anche a Milano la performance è migliore rispetto all’avvio, con un indice settoriale FTSE IT Banks che contiene il calo in mezzo punto percentuale. Fra i titoli del paniere principale spicca il recupero del Montepaschi, che guadagna oltre il 2%, ravvivata anche dal miglioramento del giudizio da parte di Deutsche Bank a “buy” da “hold”. In tono anche il Banco Popolare, in scia ad una intervista al numero uno, Pier Francesco Saviotti, che ha preventivato qualche milione in più di utile per quest’anno ed una performance del Banco in linea con le previsioni. Invece, restano deboli la Popolare Milano ed Intesa Sanpaolo con perdite attorno all’1%, mentre Unicredit cede mezzo punto.