Banche più efficienti, Italia batte Germania

3 Maggio 2019, di Mariangela Tessa

Altro che efficienza tedesca. Quando si parla di banche, meglio guardare altrove. Secondo il sito Truenumbers, le banche teutoniche sono le meno efficienti d’Europa. Una prova arriva dal rapporto cost/income che indica la relazione tra i costi di gestione di un istituto finanziario e il suo margine di intermediazione, ovvero quanto guadagna in termini di margini di interesse, commissioni, dividendi, utili della propria attività da cui emerge che i costi di Deutsche Bank sono così alti da raggiungere il 91,6% di quanto guadagna.

Secondo quanto si legge sul sito:

“Ovvero il personale, le filiali, gli affitti per i locali e tutte le altre spese sono gestiti in modo poco efficiente, meno di quanto fanno, per esempio, Intesa SanPaolo e Unicredit, che sono rispettivamente 18esima e 19esima posizione, con il 69,4% e il 67,9%. A guardare bene sono tedesche 4 banche tra le prime 10 in questa classifica di efficienza delle banche europee. Al sesto e settimo posto ci sono infatti Commerzbank e Helada, con un cost/income del 77,4% e del 75,4%. Al decimo Lbbw con il 74,5%. La peggiore banca italiana per efficienza è Monte dei Paschi di Siena, che spicca in nona posizione”.