Banche indagate in Svizzera: presunti illeciti nei metalli preziosi

28 Settembre 2015, di Redazione Wall Street Italia

BERNA (WSI) – Ubs e Julis Baeer, ma anche la Deutsche Bank, Hsbc, Barclays, Morgan Stanley e Mitsu sono alcune della banche coinvolte nell’affaire metalli preziosi. Secondo la Comco, la commissione svizzera che tutela la concorrenza, tali istituti di credito elvetici e esteri avrebbero concluso accordi illeciti nel commercio di metalli preziosi, come oro, argento, platino e palladio.

L’indagine sarebbe partita da una serie di indizi nelle mani della stessa Comco che dimostrano come vi siano stati accordi illeciti in materia di concorrenza nel commercio di metalli preziosi. Nei dettagli si ipotizza che negli accordi si sia giunti a coordinare i prezzi, e in particolare modo dei cosiddetti “spreads”, ossia la differenza tra il prezzo ‘Bid’ e quello ‘Offer’.

(Aca)